Spesso non è facile gestire il comportamento di un pappagallo, e i metodi di addestramento che generalmente funzionano bene con cani e gatti, come ad esempio i rimproveri, non funzionano con loro, anzi il contrario. Con questa guida ti insegnerò quali sono i modi migliori per correre u cattivi comportamenti del tuo pappagallo.

La maggior parte delle persone può convenire che becco e artigli dei pappagalli possono causare piuttosto dolore quando i nostri animali si arrabbiano con noi. Infatti, gli istinti e la natura intrinsecamente selvaggia dei nostri compagni pennuti possono indurli a sviluppare molti comportamenti indesiderati.




La gestione di questi comportamenti può essere particolarmente impegnativa per i proprietari di uccelli, dato che i pappagalli sono animali molto sociali ed emotivamente sensibili. Se anche tu ti trovi in questa situazione prosegui con l’articolo, abbiamo preparato per te dei suggerimenti che ti aiuteranno a comunicare il tuo dispiacere al pappagallo in modo gentile ma efficace.

Le regole per l’addestramento di un pappagallo

Anche se a volte il tuo pappagallo domestico può comportarsi in un modo che ti infastidisce o ti fa impazzire, è importante ricordare queste regole quando rispondi al suo cattivo comportamento:

  • Mai colpire un uccello. Gli uccelli sono animali estremamente fragili e anche la minima forza può causare loro gravi lesioni o la morte. Il maltrattamento di un uccello può anche portare a problemi psicologici irreversibili e può incentivarne l’aggressività e la ferocia.
    Se il tuo pappagallo è diventato aggressivo e non sai come gestirlo, leggi i nostri consigli per addestrare i pappagalli aggressivi.
  • Non tenergli il broncio. I pappagalli sono estremamente intelligenti, ma anche animali molto sensibili. Quando esprimi dispiacere verso un loro comportamento, fai in modo che la lezione sia breve e dolce: atteggiamenti negativi prolungati possono infatti causare eccessivo stress al tuo pappagallo domestico.
  • Non compromettere mai la salute del tuo pappagallo. Punire un uccello negandogli il cibo o trascurando la pulizia della gabbia non è mai il modo giusto di rispondere a un problema comportamentale. Azioni di questo genere non sono solamente crudeli, ma possono anche causare danni sia fisici che psicologici all’animale.

Come rispondere a un cattivo comportamento del pappagallo

Affinché il tuo pappagallo ti capisca quando lo sorprendi a fare qualcosa che non va, è necessario che ti ricordi il modo corretto per comunicarglielo.

Mentre una normale risposta verso un umano per un cattivo comportamento sarebbe quella di comunicare fermamente, a volte urlando, il tuo disappunto, nel caso di un uccello questo tipo di reazione potrebbe essere interpretata come eccitazione, il che significa che potrebbe pensare che tu stia lodando il suo comportamento anziché il contrario. Avere a che fare con i problemi comportamentali di un pappagallo consiste nell’addestrare te stesso tanto quanto il volatile.

Per imparare a rispondere correttamente a un comportamento indesiderato, continua a leggere e segui i consigli che ho scritto per te; se userai costanza e pazienza scoprirai che il tuo pappagallo non ci metterà molto tempo a comprendere.

  • Ignora i comportamenti negativi. Semplicemente ignorare il cattivo comportamento del pappagallo invece che rafforzarlo dandogli attenzione, farà sì che sia meno probabile che esso venga ripetuto.
  • Sii molto espressivo. Non avere paura di aggrottare le ciglia al tuo pappagallo. Gli uccelli sono in grado di cogliere le espressioni facciali e la maggior parte recepisce il messaggio se il tuo linguaggio del corpo esprime disappunto per le loro azioni.
  • Parla dolcemente. Usa un tono di voce basso quando vuoi far capire al tuo pappagallo che ha commesso un errore. Cerca di essere il meno emotivo possibile e sii breve. Rimarrai stupito di quanto questo metodo possa essere efficace!
  • Posa il pappagallo nella sua gabbia o su un trespolo. Dopo aver comunicato la tua insoddisfazione, fai spostare il pappagallo dalla tua mano all’interno della gabbia o su un posatoio e lascialo lì per qualche minuto così che possa riflettere su ciò che è accaduto. Dopodiché torna da lui e interagisci in modo giocoso, il pappagallo dovrebbe capire che non sei più arrabbiato con lui e che adesso si sta comportando bene.

Il comportamento anomalo del tuo pappagallo potrebbe anche essere dovuto ad una fase ormonale, leggi il nostro articolo per scoprire come riconoscere i segnali di un pappagallo ormonale.

Pappagallo viene lodato per il suo comportamento, rinforzo positivo

La costanza è la chiave

Tutti gli uccelli hanno una personalità individuale e alcuni possono apprendere più velocemente di altri; non scoraggiarti se il comportamento del tuo pappagallo domestico non cambia da giorno all’altro. La cosa importante è che tu mantenga costanza con i tuoi metodi di addestramento, così facendo il pappagallo ci metterà meno tempo a imparare.

Ricorda che il rinforzo positivo, ovvero lodare i buoni comportamenti, è più importante che far notare o cercare di modificare un comportamento negativo; se noti che il tuo pappagallo si comporta particolarmente bene, non perdere l’occasione di lodarlo. Gli uccelli rispondono molto più facilmente alle tecniche di addestramento che si concentrano sul positivo piuttosto che sul negativo, per cui non dimenticarti di includere molto divertimento e lodi nelle tue sessioni di addestramento.

Con un po’ di lavoro, pazienza e amore, il tuo pappagallo si comporterà come un angioletto in poco tempo, e i tuoi sforzi saranno ricompensati con un bellissimo, intelligente e bravo animale domestico.

Se vuoi approfondire l’argomento puoi trovare risorse molto valide e utili per migliorare il carattere del tuo pappagallo, noi consigliamo il libro Educare un pappagallo, che puoi visualizzare cliccando sul titolo.

 

Se hai trovato questo articolo utile, ringraziaci condividendolo sui tuoi social preferiti, ti basterà cliccare sui link in basso! E se non vuoi perderti le ultime novità di Animali Volanti non dimenticarti di iscriverti alla newsletter!