L’uomo dietro l’incredibile iniziativa è Sri Ganapathy Sachchidananda Swamiji. Non solo un collezionista di rari uccelli esotici, ma anche un guaritore che salva gli uccelli minacciati, feriti o abbandonati.





In India risiedono molte specie di uccelli esotici, ma lo sapevi che detiene anche il record per il “Maggior numero di specie di uccelli in una voliera”? Esatto, il Guinness dei primati ha recentemente confermato che il rifugio per uccelli Shuka Vana a Mysore, in Karnataka, ospita il maggior numero di tipi di uccelli diversi nello stesso giardino.

Interno di Shuka Vana, la voliera nei Guinness dei primati

Questa voliera colossale, che occupa una superficie pari ad un acro ed è alta 50 metri, ha circa 2100 uccelli colorati al suo interno, appartenenti a 468 specie diverse, secondo il sito web dei Guinness dei primati. Fondata nel 2012, Shuka Vana è anche un centro di riabilitazione per uccelli e si trova presso l’Organizzazione internazionale di benessere spirituale, culturale e sociale di Avadhoota Datta Peetham, situata nel pittoresco pedemontano della collina Chamundi.

L’uomo dietro a questa incredibile iniziativa è Sri Ganapathy Sachchidananda Swamiji, non solamente un collezionista di uccelli esotici rari, ma anche un guaritore che salva gli uccelli in via di estinzione, feriti o abbandonati e offre loro un riparo nella sua voliera.

Swamiji nutre un'ara ararauna

Rifacendosi ad antichi testi indiani, sostiene che i pappagalli abbiano la capacità di viaggiare in dimensioni spirituali invisibili e di portare un nutrimento essenziale alle anime degli umani deceduti. “Egli non crede che i pappagalli abbiano soltanto la capacità di imitare la voce umana e le canzoni, ma anche che forse siano la causa dell’avvento dell’uomo nelle aree di comunicazione”, aggiunge il suo sito web. Non solo si prende cura di questi volatili, ma li addestra anche.

“Il Shuka Vana è una voliera distintiva dove si ottiene la stupefacente occasione di essere alla divina presenza della viva e vegeta divinità che presiede sul proprio segno zodiacale e un pappagallo che rappresenta il proprio pianeta e data di nascita. Qui troverai un pappagallo che simboleggia ogni giorno del mese “, afferma il sito web.

Swamiji con due cacatua delle palme sulle braccia

Tuttavia, va notato che questo non è l’unico record mondiale che detiene. Swamiji infatti detiene attualmente non uno, non due ma ben diciotto titoli nel Guinness dei primati! I suoi record comprendono: il più grande Smriti indù, il maggior numero di persone coinvolte in un cantico e la più grande esposizione di alberi di bonsai.

Nel 2016, un’esposizione record di alberi bonsai è stata ospitata presso la International Bonsai Convention and Exposition nel suo ashram (un luogo di meditazione), consisteva in 2649 piante coltivate.

 

Per consultare le schede dei pappagalli in archivio Clicca qui!