Alcuni biologi specializzati in uccelli acquatici hanno fatto ricerche approfondite sugli uccelli delle tempeste codaforcuta (Oceanodroma leucorhoa) sia nella Witless Bay Ecological Reserve che nell’Isola Baccalieu, la più grande colonia di uccelli delle tempeste codaforcuta nel mondo, dove sono presenti oltre 3 milioni di coppie nidificanti.


Secondo gli studi sul campo, gli uccelli delle tempeste codaforcuta rimarranno circa 5 giorni nella loro tana con i loro pulcini dopo che le uova si sono schiuse, per poi dirigersi lontano dalla costa verso le acque profonde, dove i predatori – come ad esempio i gabbiani – non sono presenti e dove possono trovare facilmente i pesce lanterna.




Gli uccelli adulti si prendono cura dei loro piccoli in modo indipendente, ritornando alle tane per nutrire i pulcini solo durante la notte, in modo da evitare i predatori. I genitori faranno poi il viaggio di ritorno verso il mare aperto prima del sorgere del sole, solo per poi tornare nuovamente durante la notte.

I pulcini sono nutriti con una combinazione di animali predati e una sostanza prodotta dal loro stomaco che è molto energetica, a vantaggio di questi uccelli marini poiché vengono nutriti circa una volta ogni 24 ore.

Fuori dalla stagione di accoppiamento, gli uccelli delle tempeste codaforcuta risultano essere un tipo di uccello pelagico e passano tutto il loro tempo in acque aperte.

Dopo circa 70 giorni i piccoli lasciano le loro tane per intraprendere il viaggio verso il mare, tuttavia a volte possono perdere l'orientamento finendo così a terra a causa dei forti venti o della loro attrazione verso le luci artificiali.

Il programma dei biologi raccomanda di rilasciare gli uccelli delle tempeste codaforcuta in prossimità dll'oceano e durante la notte, in modo da garantire loro maggiori possibilità di successo durante il viaggio verso il mare aperto, in sicurezza e senza il rischio di incorrere in predatori.


Crediti per l'articolo originale a Leanne Guzzwell.