Un rinomato veterinario aviario ha installato degli arti artificiali ad un pappagallo gravemente menomato. Questa innovativa operazione ha salvato la vita dell’uccello e gli ha permesso di camminare di nuovo.


Con un insolito procedimento di sua invenzione, il dottor Don Harris ha creato un paio gambe nuove per Candy, un pappagallo della specie cacatua che era stato ferocemente attaccato dal suo compagno, un altro cacatua che condivideva la sua gabbia. Dopo che Candy fu portata al Avian & Exotic Animal Medical Center a Miami, gravemente ferita e con poche speranze di sopravvivere, Harris sviluppò le piccole protesi. “Sembrava che si fosse seduta in un frullatore” ha detto Harris. “Di fronte ad una situazione del genere, poiché il povero pappagallo aveva perso entrambe le gambe, la maggior parte delle persone avrebbe optato per l’eutanasia.” Ma i proprietari hanno invece chiesto: “Potete fare qualcosa?”

Aggredita dal suo compagno di gabbia

Il trauma straziante iniziò la vigilia di Natale, quando il compagno di gabbia di Candy l’aggredì ferocemente, una dimostrazione di violenza che non aveva mai mostrato prima. Candy cercò di difendersi con i piedi, ma furono fatti a pezzi. Per quando i proprietari riuscirono a tirala fuori dalla gabbia, pezzi di ossa e tendini erano tutto ciò che restava delle sue povere zampe. Appena giunto al centro medico, un veterinario lavorò per fermare l’emorragia e stabilizzare il pappagallo ferito. “Amputai un piede il giorno in cui entrò, e un paio di giorni dopo amputai anche l’altro. Nel corso dei due giorni successivi dovetti amputare la metà inferiore di una gamba, tra il ginocchio e la caviglia”, ricorda Harris. “Sembrava che si fosse seduta in un frullatore”.




Costruire le gambe artificiali

In seguito alle amputazioni, Harris pensò che valeva la pena di cercare di fare qualcosa di più. Perché non costruire degli arti artificiali per Candy? C’era solo un problema: nessuno aveva mai tentato un’operazione del genere su un uccello. Harris disse di aver riflettuto sul problema per diversi giorni, mentre Candy si stava rimettendo. Il dottore decise per l’idea di usare perni ossei, impiegati per congiungere insieme le ossa umane, e resina acrilica, una sostanza comunemente usata per costruire un ponte dentale negli esseri umani. “Gli uccelli non sono animali tradizionali e bisogna essere innovativi”, disse Harris. “Praticamente bisogna inventare una soluzione dopo l’altra”. Fissò le gambe acriliche all’uccello con dei perni e dei supporti a forma di disco con lo scopo di fungere da piedi. Candy dormiva e Harris era preoccupato per come avrebbe reagito una volta sveglia, ma fortunatamente la paura si rivelò ingiustificata. “Si è svegliata dall’intervento chirurgico e ha camminato fuori dall’asciugamano”, disse il dottore. “I suoi genitori sono stupiti e io sono entusiasta.”

La prima sostituzione di arti su un uccello avvenuta con successo

Harris non è a conoscenza di nessun altro impianto di arti artificiali su un uccello avvenuto con successo, e sta ancora trovando difficile da credere il suo miracolo di Natale. “Non ho mai visto nulla di simile in nessun animale. Ero scettico riguardo la mia stessa idea”, disse il dottore. Candy e il suo compagno non furono chiaramente riuniti, lui fu isolato in un’altra gabbia, dove sarebbe rimasto fino all’esaurimento dell’aggressività. In seguito Candy dovette affrontare anche altre sfide. Harris disse di voler regolare i piedi un po’ meglio e verificare con attenzione la riabilitazione per evitare infezioni.Purtroppo il dottor Harris non ricevette gratitudine da parte del pappagallo, che sembrò incolparlo dell’esperienza dolorosa. “Lei mi sopporta, ma il fatto è che ho dovuto sottoporla a molti interventi”, disse Harris.




Adesso la dolce cacatua sta bene e si è adattata alle sue nuove zampe artificiali.