Scheda Riassuntiva

Nome: Amazzone di Cuba (Amazona Leucocephala)

Lunghezza media: 28-33 cm

Peso: 260-301 g

Quanto vive: può raggiungere i 60 anni.

Origini: Cuba orientale e centrale.

Rumorosità: molto rumoroso.

Carattere: piuttosto affettuoso e addomesticabile, è necessario fornirgli regolarmente del legno da scorticare. Spesso è aggressivo verso pappagalli di altre specie.

Abilità: capacità di imitare i suoni, inclusa anche la voce umana, di cui può riprodurre una ventina di frasi complete; è in grado inoltre di riconoscere le persone.

Bisogno di attenzioni: coloro che sono interessati a possedere un’Amazzone, devono tenere in considerazione che data la loro alta intelligenza hanno bisogno di una regolare interazione umana. Non affrettatevi a comprare un pappagallo Amazzone se non avete molto tempo a disposizione da dedicargli.

Cosa mangia: come tutti le Amazzoni hanno bisogno di una dieta povera di grassi, quindi con pochi semi di girasole. L’ideale è una miscela di semi appositamente formulata per le amazzoni arricchita da frutta (es.: mele, melograni, arance, uva, papaie, frutti della passione e banane) e verdure fresche (es.: piselli nel baccello, fagioli verdi, carote, sedano, mais fresco, barbabietole e zucchine).




Aspetto e Caratteristiche Fisiche

L’Amazzone di Cuba (Amazona leucocephala) è generalmente considerato dagli avicoltori uno dei più belli tra i pappagalli della specie amazzone, probabilmente a causa delle sue sorprendenti colorazioni rosa. Le sue dimensioni vanno dai 28 ai 33 cm di lunghezza e ha un’apertura alare di 183-204 cm; pesa tra i 260 e i 301 g.

Il colore del corpo può variare dal verde brillante al verde oliva. Le penne primarie sono blu mentre la fronte e gli anelli attorno agli occhi sono bianchi; le guance, il mento e la gola sono di un rosso pallido. Le amazzoni di Cuba hanno anche piume rosso pallido sparse sul ventre che, assieme a piume color giallo pallido, si trovano anche sulla coda. Il becco è beige.

Gli esemplari giovani sono molto simili agli adulti, ma hanno delle piume scure, quasi nere, che coprono le orecchie. Non c’è dimorfismo sessuale.

Carattere e Comportamento

Le amazzoni di Cuba sono uccelli attivi per natura e hanno la tendenza verso l’obesità se strettamente confinati.

L’Amazzone di Cuba è un uccello molto rumoroso, soprattutto quando si trova assieme ad altri pappagalli. Il suo richiamo è descritto come forti grida, fischi, strilli ed alcuni suoni simili a quelli di una tromba.

Qualità e Abilità

Questi uccelli sono intelligenti, curiosi e con ottime capacità come pappagalli parlanti. Gli esemplari adulti, soprattutto i maschi, diventano aggressivi.

Cura e Alimentazione

Cosa mangia il pappagallo Amazzone di Cuba? Questi pappagalli amano mangiare tutti i tipi di frutta e verdura. La loro dieta in cattività dovrebbe essere costituita da semi misti a basso contenuto di grassi e frutta e verdure fresche su una base quotidiana, che compongano almeno il 30% della dieta.

Se hai bisogno di una gabbia per il tuo compagno animale, dai un’occhiata alla guida generica sulle dimensioni delle gabbie per pappagalli che Animali Volanti ha preparato per te!

Gabbie per Amazzone di Cuba

Comprare un’Amazzone di Cuba

Tra i pappagalli da allevamento sono stati una rarità fino alla metà del 1980. Prima di allora avevano cominciato a diffondersi in Florida, a causa del gran numero di immigrati cubani che hanno portato i loro pappagalli  con loro. In Europa sono stati visti raramente fino a che un gran numero di uccelli è stato importato illegalmente nella zona orientale del continente. A poco a poco questi uccelli e i loro pulcini sono passati attraverso la Germania e il resto d’Europa.

A causa della loro relativa rarità in cattività e il loro stato di conservazione quasi minacciato, è molto difficile procurarsi un’Amazzone di Cuba come pappagallo domestico, oltre a ciò sono anche i pappagalli col prezzo più alto tra le amazzoni. Questo è in parte dovuto alla sua bellezza e anche a causa del fatto che è uno delle amazzoni che si riproduce con più difficoltà: mentre alcune coppie sono abbastanza prolifiche, altre sono del tutto improduttive, o quasi.

Se vuoi comprare un pappagallo ma non sei sicuro su quale scegliere, prova il nostro quiz, ti aiuterà a capire qual è il pappagallo più adatto a te!

Stato Selvatico

Habitat

L’Amazzone di Cuba, come suggerisce il nome si trova a Cuba, ma anche sull’Isola dei Pini, alle Bahamas e nelle Isole Cayman.

Gli habitat di questi pappagalli si trovano principalmente al livello del mare o nei suoi pressi, anche se sono stati avvistati degli esemplari nelle montagne di Cuba. Le amazzoni di Cuba frequentano fitti boschi pieni di arbusti, pinete, boschi di latifoglie, palmeti, mangrovie, piantagioni e anche aree verdi coltivate.

Comportamento

Le amazzoni di Cuba sono una specie relativamente sedentaria che non manifesta alcun comportamento migratorio. Fuori dalla stagione di accoppiamento questi pappagalli si trovano in coppie, gruppi di vari esemplari, o anche in gruppi di 30 o più uccelli.

Di solito sono molto rumorose, soprattutto durante il volo. È stato ipotizzato che, anche se di solito si trovano in stormi abbastanza grandi, le amazzoni di Cuba mantengano comunque una sorta di nucleo familiare. Anche all’interno degli stormi possono essere visti gruppi di due o tre pappagalli. Questi gruppi più piccoli sono stati osservati lasciare il resto dello stormo per alimentarsi solo tra di essi. La coppia o il trio si riunisce poi con il gruppo più grande verso sera.

Riproduzione

Purtroppo non sono disponibili informazioni dettagliate sul comportamento riproduttivo dell’Amazzone di Cuba. Durante la stagione riproduttiva, i pappagalli si vedono più spesso da soli o in coppie, piuttosto che in grandi stormi di 30 o più esemplari.

I tempi per la cova, l’involo e perché i pulli diventino indipendenti, non sono conosciuti con esattezza. Tuttavia è stato osservato un nido in cui le uova sono state deposte a metà maggio e che è stato lasciato dai due giovani uccelli alla fine di agosto.

Con l’eccezione della popolazione delle Isole Abaco, che nidifica a terra, l’Amazzone di Cuba costruisce il nido nelle cavità degli alberi.

Le femmine depongono da 2 a 4 uova bianche e quasi rotonde, che vengono covate per un tempo che varia da 26 a 28 giorni. Le uova si schiudono in modo asincrono a 12-72 ore di distanza. I pulcini nascono senza piume e con gli occhi chiusi, dovranno essere curati e nutriti dai genitori; apriranno gli occhi dopo circa 3 settimane di età. I pulcini vengono nutriti tramite il rigurgito del cibo.

Dopo che il nido è stato costruito, il maschio gli fa la guardia e porta il cibo alla femmina che cova  fino a una settimana la nascita dei pulli. Ad una settimana di vita, i pulli cominciano a sviluppare le piume, richiedendo di conseguenza meno attenzioni da parte della femmina. Entrambi i genitori si occupano del nutrimento dei pulli.

I pulcini di molte specie di pappagalli seguono i loro genitori e si uniscono stormi più grandi l’involo; è probabile che i pulcini dell’Amazzone di Cuba si comportino allo stesso modo.




Conservazione

Si è verificata una diminuzione della popolazione dell’Amazzone di Cuba a causa della conversione dei terreni per l’agricoltura, i danni  inflitti dagli uragani agli alberi adatti alla nidificazione, alla cattura di uccelli vivi per il commercio locale e internazionale come animali domestici e la razzia di uova dai nidi per poter ottenere pulli da commerciare. Anche la popolazione nelle Bahamas è minacciata dal bracconaggio per il commercio, così come dalla perdita di habitat e la predazione da parte dei gatti. Le ragioni per l’estinzione della specie a Little Cayman sono sconosciute.

La presenza dell’Amazzone di Cuba nell’Appendice I del CITES rende illegale tutto il commercio internazionale di questa specie. Anche se la caccia di frodo è diminuita in diverse aree, l’Amazzone di Cuba rimane una delle specie di amazzoni più costose, inoltre persiste ancora un forte incentivo finanziario per la caccia a fini commerciali. Purtroppo perdita dei habitat è sufficiente da sola a rendere questo pappagallo colorato sempre più difficile da trovare.

Foto


Newsletter