Scheda Riassuntiva

Nome: Ara Aliverdi (Ara Chloropterus)

Lunghezza media: 90 cm

Peso: 1100-1350 g

Quanto vive: in media 50 anni, ma può vivere fino a 70 anni o più

Origini: Sud America

Rumorosità: può essere molto rumoroso se non ben addestrato.

Carattere: dolce e gentile, estroverso e si affeziona molto al suo padrone.

Abilità: altamente ricettivo all’addestramento, buone abilità come pappagallo parlante, ma non troppo loquace.

Bisogno di attenzioni: è necessario dedicargli una buona quantità di tempo per via della loro natura sociale, possedere una Ara Aliverdi significa diventare parte del loro stormo. Prima di acquistarne una bisogna anche tenere in considerazione le spese che ne deriveranno: veterinario, mangimi di qualità, giocattoli e una grande gabbia o voliera.

Cosa mangia: mix di semi di alta qualità e frutta (es.: banane, pere,  arance, mele, prugne, arachidi) e verdure fresche (es.: cetrioli, mais, carote)




Aspetto e Caratteristiche Fisiche

L’Ara Aliverdi (Ara chloropterus) ha, non a caso, una fascia color verde bosco al centro delle sue ali. Sotto il verde si presenta un turchese brillante e sopra un rosso ciliegia che si estende in alto e su tutto il corpo e la testa di questo pappagallo brasiliano. La coda è molto lunga ed è composta da piume blu scuro e rosso. Il becco ha la mandibola inferiore nera e la mandibola superiore color corno e ha dimensioni formidabili, in grado di rompere dure noci con facilità.

La lunghezza media dell’Ara Aliverdi è di circa 90 cm, mentre il peso medio è di circa 1,2 kg. Con dimensioni che raggiungono quasi quelle dell’Ara Giacinto, questo uccello esotico è uno dei più grandi tra tutti i pappagalli.

Carattere e Comportamento

A causa del suo grande becco, questo pappagallo può apparire minaccioso, ma in realtà l’Ara Aliverdi ha uno dei caratteri più dolci tra i grandi pappagalli: difficilmente ha sbalzi di umore o dà beccate. Se ben allevato diverrà un piacevole compagno e amico di lunga data, se non per la vita.

Nel caso però si presentassero comportamenti non voluti, consigliamo la lettura delle nostre linee guida per correggere i cattivi comportamenti dei pappagalli e per trattare con un pappagallo aggressivo.

È estroverso e va d’accordo con la maggior parte degli altri pappagalli della specie ara, ma è meglio evitare di associarlo con altri tipi di uccelli.

Qualità e Abilità

L’Ara Aliverdi è un pappagallo intelligente, giocoso e desideroso di attenzioni. Ha una buona attitudine e risponde bene sia all’addestramento che al contatto fisico col proprio padrone.

Questa ara si adatta rapidamente: una volta che si abitua a un nuovo ambiente e alla persona che si occupa di lei, è già pronta per iniziare l’addestramento. In generale però, si dovrebbe dare al nuovo arrivato un paio di giorni per abituarsi a voi, alla vostra voce e alla sua gabbia, prima di provare a interagire fisicamente.

Un pullo alimentato mano non avrà bisogno di molto addomesticamento e spesso vi si potrà interagire subito, poiché sarà già abituato all’attenzione umana.

Come per tutti i pappagalli, l’addomesticamento e l’addestramento richiedono fiducia e pazienza. L’Ara Aliverdi è molto intelligente, molto abile nell’imparare esercizi e giochetti e veloce nell’apprendimento.

Essa eccelle nell’esecuzione di piccoli compiti piuttosto che nel parlare o imitare i suoni, al contrario invece delle amazzoni o del cenerino, ma possono comunque imparare alcune parole o frasi. Ci si possono aspettare invece urla intermittenti abbastanza forti, ma non in modo insistente, a patto che sia stata ben educata.

D’estate adora bagnarsi ed essere spruzzata.

Cura e Alimentazione

L’Ara Aliverdi ha bisogno di una grande gabbia o voliera. L’acciaio inox è un buon materiale per l’abitazione del vostro volatile, e le gabbie costruite con questo metallo stanno diventando sempre più popolari e più accessibili.

Questo pappagallo può facilmente piegare o rompere le sbarre di una gabbia costruita con materiali economici. Anche le gabbie con verniciatura a polvere, se ben realizzate, vanno bene.

Una grande ara come la Aliverdi ha bisogno di passare almeno 2-3 ore al giorno fuori dalla gabbia. La gabbia dell’ara rappresenta il suo territorio e sarà apprezzato moltissimo un gioco sulla parte superiore. È meglio interagire con l’Ara Aliverdi mentre si trova sulla cima di un trespolo robusto, lontano dalla gabbia.

La cura base della gabbia comprende la pulizia giornaliera dell’acqua e dei recipienti del cibo, mentre settimanalmente bisogna lavare i giochi sporchi. Il fondo va lavato a settimane alternate.

Se non sei sicuro di quale gabbia comprare, dai un’occhiata alla guida generica sulle dimensioni delle gabbie per pappagalli che Animali Volanti ha preparato per te!

Cosa mangia l’Ara Aliverdi? Fanno parte di una buona dieta per questo uccello esotico, frutta e verdura, a cui vanno aggiunti una miscela di semi di buona qualità e pellet per pappagalli grandi. Questi pappagalli richiedono una dieta ad alto contenuto di grassi e, soprattutto quando sono giovani, faranno loro bene proteine aggiuntive. A questo scopo può essere offerta una piccola quantità di burro di arachidi o di semi di girasole.

Cibo da evitare: i pappagalli della specie ara devono evitare certi cibi e bevande, quali avocado, cipolle, fagioli crudi, foglie di rabarbaro, melanzane, patate e la noce moscata. Le ara devono inoltre evitare qualsiasi prodotto con lattosio, in quanto non possono digerirli. Infine non devono essere fornite loro bevande alcoliche, prodotti con tabacco, prodotti salati o contenenti caffeina.

A quali malattie è soggetta l’Ara Aliverdi? Come altri pappagalli, anche questi sono inclini all’automutilazione e auto-deplumazione, disturbi alimentari e una varietà di malattie tra cui la proventricolite o una crescita eccessiva del becco. Una dieta nutrizionalmente equilibrata e regolari esami veterinari possono aiutare a mantenere la vostra ara in salute.

Gabbie per Ara Aliverdi

Comprare un’Ara Aliverdi

Prima di decidere se comprarne una, è importante tenere in considerazione che le are aliverdi sono noti masticatori distruttivi. Se annoiato, questo pappagallo può masticare e fare a pezzi la cornice di una porta o un cornicione costoso con la forza di un trilione di termiti, ma 5 volte più velocemente.

Il proprietario di uno di questi uccelli dovrebbe prepararsi ad investire un po’ in giochi per pappagalli di buona qualità, in modo che il suo animale da compagnia non decida di trasformare tutta la casa nel suo giocattolo personale.

Se avete intenzione di adottarne una da un’organizzazione per il soccorso degli uccelli o da un privato, è importante informarsi sulla storia completa del pappagallo, tra cui il motivo per cui viene dato in adozione, così come le sue stranezze comportamentali.

Se vuoi comprare un pappagallo ma non sei sicuro su quale scegliere, prova il nostro quiz, ti aiuterà a capire qual è il pappagallo più adatto a te!

Stato Selvatico

Habitat

Questo bellissimo pappagallo proviene da diverse regioni: Panama, Colombia, Venezuela, Ecuador, Guyana, Brasile, Perù, Suriname, Guyana, Paraguay, Argentina e Bolivia; le zone popolate dall’Ara Aliverdi sono circa le stesse in cui vive l’Ara Ararauna.

Le are aliverdi si possono trovare nelle foreste pluviali tropicali lungo le pianure e le piccole colline delle regioni interne, piuttosto che nelle zone costiere come altri pappagalli.

Comportamento

In natura le are aliverdi vivono per lo più in coppia o in piccoli gruppi, mai in stormi. Essi sono pappagalli piuttosto timidi e sono difficili da vedere in fogliame, è più probabile invece sentirne i forti strilli mentre volano via dagli alberi allarmati.

Quando le are si nutrono tendono a creare molto caos, i loro becchi estremamente forti sono adatti a mangiare tutti i tipi di noci e semi, come si può evincere dalla loro capacità di spaccare con facilità gusci incredibilmente duri come quello delle noci del Brasile. Nel corso dell’alimentazione quotidiana, le are fanno cadere molti semi sul suolo (anche attraverso gli escrementi), contribuendo così alla rigenerazione della foresta.

Riproduzione

L’Ara Aliverdi in generale sceglie un compagno per la vita. In natura, la stagione riproduttiva per dell’Ara Aliverdi inizia a novembre e dicembre, nella parte meridionale delle zone popolate, e a febbraio e marzo nel nord.

I nidi sono costruiti all’interno di tronchi d’albero cavi o fori posizionati in alto nelle palme danneggiate. La femmina depone in genere due o tre uova e le cova per circa 28 giorni;  i pulcini completano lo sviluppo del piumaggio dopo circa 90 giorni dopo la schiusa.

La maturità sessuale è raggiunta a 3-4 anni.

Conservazione

L’Ara Aliverdi attualmente non è classificata come in via di estinzione. Tuttavia questi pappagalli sono scomparsi da una parte dei loro habitat a Panama e sono estinti in alcune aree che prima popolavano, tra cui l’Argentina.

In quanto specie che abita principalmente le foreste, le are aliverdi (insieme a molti dei loro parenti pappagalli) vengono messe in pericolo dalla deforestazione e dalla crescita della popolazione umana. Anche la loro popolarità nel commercio degli animali domestici comporta un fattore di rischio per questi pappagalli.

Secondo la Lista Rossa dell’IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), la dimensione della popolazione globale dell’Ara Aliverdi non è stata quantificata, ma si pensa che alcune zone sia equivalente a quella delle specie è classificate come frequent.

Il trend delle popolazioni globali non sono stati quantificati: vi è l’evidenza di un declino della popolazione, ma non sembra che la specie si stia avvicinando a soglie pericolose. Per queste ragioni, la specie è classificata come LC (Minor Preoccupazione).

Foto

Se vuoi approfondire la tua conoscenza dei pappagalli della specie ara, troverai sicuramente interessante la lettura del libro Le ara di Gianni Ravazzi.

Newsletter