Scheda Riassuntiva

Nome: Caicco (Pionites Melanocephala & Pionites Leucogaster)

Lunghezza media: 23 cm

Peso: 130-170 g

Quanto vive: 25-40 anni

Origini: Sud America

Rumorosità: non molto rumoroso

Carattere: giocoso, allegro e simpatico. Molto intelligente e Instaura facilmente un rapporto con l’uomo. Questo pappagallo è attivo e curioso, adora rosicchiare rami freschi. Può essere aggressivo con i pappagalli di altre specie.

Abilità: non ha grandi abilità nel parlare ma ha talento nel fischiare e ballare, nonché nel far ridere le persone con i suoi “numeri da clown”.

Bisogno di attenzioni: necessita di molta interazione umana e di un buon parco giochi. Soffre molto se viene confinato in piccole gabbie.

Cosa mangia: varietà di semi, frutta (es.: mele, arance, banane, melograni, frutti di bosco, kiwi, pere, manghi, papaie) e verdure fresche (es.: carote, piselli nel baccello, cavolo, broccolini e pepe rosso), legumi (es.: fagioli cotti germogliati o inzuppati).




Due specie di caicchi sono comunemente tenuti come animali domestici: il Caicco Testa Nera (Pionites melanocephalus) e il Caicco Ventre Bianco (Pionites leucogaster).

Aspetto e Caratteristiche Fisiche

Questi due pappagalli hanno un aspetto simile, ma con alcune distinzioni evidenti. Entrambi sono lunghi tra i 22 e i 25 centimetri e la loro composizione cromatica è relativamente semplice, con “sezioni” dell’uccello in verde, arancione, giallo e bianco.

Le guance, gola, cosce e fianchi sono di un bel colore arancio-giallo. Hanno anche una striscia arancione sul collo posteriore contornata con qualche piuma bluastra. La schiena, ali, groppa e coda superiore sono verdi, mentre petto e ventre sono bianchi. La punta della coda è gialla. Il becco è grigio-nero e gli occhi sono arancio-rosso.

Gli esemplari giovani dei caicchi hanno la parte inferiore più gialla, tutte le zone arancioni e gialle sono più pallide, il becco è color corno e gli occhi sono marrone scuro.

Il Caicco Testa Nera ha, ovviamente, la testa nera.

Carattere e Comportamento

Oltre all’aspetto, è il carattere del caicco a colpire, ragione principale della sua crescita in popolarità. I proprietari tessono le lodi di questo pappagallino temerario, attivo e soprattutto divertente. I caicchi sono uccelli meravigliosi, ma non sono perfetti: possono essere testardi e molto caparbi, ma sono così carini che è difficile fargliene una colpa.

Se il tuo caicco dovesse presentare dei comportamenti non voluti, prova a correggerli seguendo la nostra guida.

I pappagalli della specie caicco sono amati dagli allevatori dilettanti per la loro capacità di far ridere la gente grazie alla loro natura giocosa. Se il pappagallo cenerino è l’intellettuale della comunità degli uccelli e i pappagalli ara sono i più appariscenti, allora il caicco è il clown.

Se avete altri uccelli in casa è bene tenere un occhio vigile sul vostro caicco, in quanto è noto per aggredire le altre specie. Si deve quindi prestare attenzione che il vostro pappagallo non ferisca un altro uccello domestico.

Qualità e Abilità

I caicchi non possono competere in quanto rumorosità con i pappagalli della specie cacatua, ma non sono per niente uccelli tranquilli. La loro rumorosità è moderata e infastidirà solo i vostri vicini più sensibili.

Non sono noti per la loro capacità di parlare, ma possono imparare a fischiare molto bene. Un caicco talentuoso potrà parlare, ma in quanto imitatore vocale non potrà mai rivaleggiare con i migliori pappagalli parlanti.

Cura e Alimentazione

I giochi per pappagalli sono essenziali per la dieta energetica del caicco. Questi pappagalli sono sempre in movimento e amano divertirsi con i giocattoli, soprattutto quelli che si possono distruggere. È bene assicurarsi di avere un rifornimento costante di nuovi giochi per uccelli a disposizione, in modo da sostituire quelli vecchi quando si lacerano o si smontano.

Bisognerà sperimentare con diversi tipi di giochi per trovare i favoriti dal vostro caicco. Fortunatamente, ce ne sono di molti tipi sul mercato tra cui scegliere, ma assicuratevi che siano sicuri prima di darglieli.

Anche se il caicco è un pappagallo di dimensioni medie, ha bisogno di un ambiente spazioso. Questo energico pappagallo soffre molto quando viene confinato in una piccola gabbia per pappagallini. Se possibile costruite una voliera, o almeno fornitegli il più grande alloggiamento che potete permettervi. Assicuratevi anche che lo spazio tra le sbarre sia appropriato per un uccello delle sue dimensioni e che ci sia una griglia sul fondo della gabbia.

Il caicco scoprirà le debolezze del suo alloggiamento in poco tempo, quindi è bene assicurarsi che questo sia costruito con materiali di qualità, come ad esempio l’acciaio inossidabile.

Se non sei sicuro di quale gabbia comprare, dai un’occhiata alla guida generica sulle dimensioni delle gabbie per pappagalli che Animali Volanti ha preparato per te!

Cosa mangia il caicco? Questi uccelli prosperano su una dieta costituita da una miscela di semi inzuppati, germinati o secchi come ad esempio i semi di scagliola, miglio e piccole quantità di semi di girasole, di cartamo e canapa. Sono adeguati legumi e verdure fresche, ottimi anche i frutti freschi.

Gabbie per Caicco

Comprare un Caicco

Entrambe le specie sono ottimi pappagalli domestici per proprietari con esperienze pregresse con gli uccelli, se decidete di comprarne uno assicuratevi di essere in grado di soddisfare le sue esigenze.

Il Caicco Testa Nera è di facile reperibilità in commercio, mentre il Caicco Ventre Bianco è più difficile da trovare.

Se vuoi comprare un pappagallo ma non sei sicuro su quale scegliere, prova il nostro quiz, ti aiuterà a capire qual è il pappagallo più adatto a te!

Stato Selvatico

Habitat

I caicchi sono pappagalli nativi delle foreste pluviali a bassa quota del bacino dell’Orinoco e dell’Amazzonia. I naturalisti ipotizzano che questi pappagalli non si siano spostati da questo tipo di habitat perché non hanno la propensione a effettuare voli che coprano lunghe distanze.

Questa loro caratteristica è anche all’origine della netta separazione tra le due specie di pappagallo caicco: il Caicco Ventre Bianco, infatti, si trova esclusivamente a sud del Rio delle Amazzoni, mentre il Caicco Testa Nera si trova solamente a nord del medesimo fiume. Le due specie si incontrano solamente nell’area più occidentale del loro habitat, dove il fiume è più stretto; tuttavia, in quest’area è presente una cresta delle Ande che li separa e li divide nuovamente.

Comportamento

I caicchi sono pappagalli molto sociali. Allo stato selvatico è possibile osservarli in coppie o in stormi che comprendono fino a 30 pappagalli, che emettono richiami durante il volo. Sia il Caicco Testanera, sia il Caicco Ventrebianco prediligono le chiome degli alberi e le foreste di pianura.

Riproduzione

La stagione riproduttiva del caicco varia a seconda del territorio in cui questi pappagalli si trovano: in Venezuela, per esempio, comincia nel mese di aprile, mentre in Suriname si possono trovare uova nei nidi a ottobre.

I rituali di corteggiamento del caicco allo stato selvatico somigliano molto a quelli dello Zigolo Capinero, con la differenza che la stagione riproduttiva di quest’ultimo comincia a dicembre.

I caicchi nidificano nelle cavità degli alberi di grandi dimensioni a un’altezza di 30 metri dal suolo. Ciascuna covata è composta da due a quattro uova e il periodo di cova dura dai 25 ai 27 giorni.

Conservazione

La minaccia principale per i caicchi che vivono allo stato selvatico è l’attività umana. Durante la stagione secca, nella riserva amazzonica Cristalino si possono sviluppare incendi che impediscono agli uccelli di volare. Il fuoco e le operazioni di disboscamento sono in generale le minacce più gravi all’habitat dei caicchi, ma ce ne sono anche altre: infatti persone e fauna selvatica sempre più spesso sono in competizione per le medesime risorse alimentari.

Susan Moegenburg dell’Università del Vermont ha osservato che, quando gli uomini raccolgono enormi quantitativi di frutti dalle palme, i caicchi e gli altri animali frugivori devono andare altrove a trovare cibo. George Smith sottolinea invece che i caicchi spesso fanno incursione al mattino presto nei campi coltivati a risaie. Se piove o se c’è eccessiva rugiada, i caicchi si bagnano e non riescono più a volare; diventano quindi facili prede per le persone che abitano in quelle aree e che non esitano a nutrirsene.

Il fatto che i caicchi vengano predati dagli uomini porta a riflettere sulla minaccia dovuta alla povertà delle persone che vivono in Amazzonia, in particolar modo degli indigeni: queste persone, infatti, cacciano i pappagalli principalmente per ricavarne cibo, ma anche per le penne. Con le piume, infatti, creano una varietà di oggetti ornamentali che mettono poi in vendita. Mentre da un lato le popolazioni indigene dell’Amazzonia stanno nuovamente tornando ad aumentare di numero, dall’altro lato questo pone maggiore attenzione sul problema della conservazione delle risorse.

Ciononostante, le prospettive generali per la conservazione dei caicchi in natura sono ancora relativamente buone: diversi governi di Paesi latino-americani, in particolar modo quello brasiliano, hanno reso illegale tenere o vendere pappagalli e altre specie native del luogo. Queste leggi, tuttavia, vengono spesso aggirate. In ogni caso, comunque, c’è stata una presa di coscienza del grande valore dei pappagalli per l’ambiente naturale, e questo è un buon motivo per essere ottimisti per la conservazione delle specie di caicco.

Foto

Newsletter