Scheda Riassuntiva

Nome: Cenerino (Psittacus erithacus)

Lunghezza media: 33 cm

Peso: 400 g

Quanto vive: in media tra i 50 e i 70 anni, può anche superare questa soglia di età

Origini: Africa occidentale e centrale

Rumorosità: moderatamente rumoroso

Carattere: molto intelligente e curioso, sensibile. Compagno devoto e fedele ma poco propenso alle coccole.

Abilità: straordinarie capacità di parlare e imitare i suoni, nonché di risolvere problemi complessi. Possono sviluppare un vocabolario eccezionale.

Bisogno di attenzioni: estremamente bisognoso, necessita di un ambiente stimolante e adeguato alle sue doti e interazioni frequenti col suo padrone. Ha bisogno anche di passare molto tempo fuori dalla sua gabbia o voliera.

Cosa mangia: per sopperire alle possibili carenza di vitamine A e D, sono consigliate verdure dall’alto contenuto di beta-carotene, inoltre sono consigliati i pellet per evitare carenze di vitamine e minerali.




Aspetto e Caratteristiche Fisiche

Il Cenerino (Psittacus erithacus) è un pappagallo di taglia grande dal colore grigio polveroso, a prima vista quasi simile a un piccione. Guardando più accuratamente però si può notare una splendida coda rosso brillante, occhi arancioni dallo sguardo intelligente e un fantastico piumaggio con un pattern a smerlo.

Esistono tre pappagalli del genere Psittacus erithacus, dei quali i due più popolari sono il Cenerino Africano del Congo (Psittacus erithacus erithacus) e il Cenerino Timneh (Psittacus erithacus timneh).

Carattere e Comportamento

Molti allevatori di uccelli ritengono che solo una persona esperta di questi animali dovrebbe possedere un Cenerino. Sono pappagalli dal carattere complesso, molto sensibili e piuttosto bisognosi, compagni devoti e fedeli. Li si può descrivere inoltre come uccelli affascinanti e brillanti, combinazione che però alle volte può portare a problemi comportamentali, che possono essere corretti seguendo i nostri consigli.

Conservano ancora la loro natura selvaggia e alcune volte possono essere imprevedibili. Le molteplici qualità che li rendono animali da compagnia così desiderati, richiedono anche un impegno speciale da parte dei loro padroni. Hanno bisogno di interazioni frequenti e di tempo all’esterno della loro gabbia, che deve essere larga, e bisogna fornirgli tanti giocattoli per pappagalli sicuri, ma che si possano distruggere.

I pappagalli cenerini sono animali abitudinari, anche un piccolo cambiamento nella loro routine può renderli infelici. Quando non sono provvisti di un ambiente stimolante, possono diventare nervosi, impauriti ed inclini all’autodeplumazione. Una volta che questi problemi si presentano è difficile risolverli, la soluzione migliore è prendersi cura adeguatamente del proprio pappagallo fin dall’inizio.

Nonostante siano pappagalli socievoli che necessitano di tantissime attenzioni, non sono però molto propensi a essere coccolati. Tollerano qualche grattino alla testa e qualche coccola, ma non apprezzano il contatto fisico intenso. Tuttavia nessun pappagallo è uguale a un altro, e c’è sempre la possibilità di trovare un Cenerino che accetta maggiormente questo tipo di attenzioni.

Ogni uccello ha i suoi gusti e preferenze personali; è possibile che un Cenerino stringa un legame con una sola persona e una soltanto, anche se ogni membro della famiglia socializza con lui fin dall’inizio.

Qualità e Abilità

Gran parte del fascino del Cenerino deriva dalle sue capacità di imitare la voce umana. È il migliore pappagallo parlante in assoluto (e assieme al Merlo Indiano è il miglior uccello parlante), in grado di ripetere parole e frasi anche dopo averle sentite solo una volta o due. Questo uccello raggiunge la massima abilità di parlatore a un anno di età e molti esemplari sviluppano la capacità di imitare i suoni anche molto prima.

Una ricerca scientifica ha dimostrato che il pappagallo Cenerino non è solo in grado di sviluppare un vocabolario eccezionale, ma anche di comprendere ciò che si sta dicendo.

Il Cenerino più famoso al mondo, Alex, e la dottoressa Irene Pepperberg, potrebbero essere la ragione della popolarità di questa specie e sicuramente per il suo alto profilo. Alex e Irene hanno lavorato assieme per 30 anni alla Brandeis University, fino alla sfortunata morte di questo sorprendente pappagallo a causa dell’arteriosclerosi.

Durante questa ricerca lunga tre decadi, la dottoressa Pepperberg ha insegnato ad Alex a riconoscere e identificare oggetti, colori e forme. Alex poteva anche comprendere i concetti di uguale e diverso, categoria e poteva addirittura contare gli oggetti; era anche sulla buona strada per imparare compiti molto più complicati tra cui leggere.

I suoi compagni cenerini Griffin e Arthur stanno continuando a lavorare con la dottoressa Pepperberg con l’obiettivo di raggiungere il livello di Alex e andare anche oltre.

Anche se si tratta di un pappagallo intelligente, che sceglie di parlare piuttosto che strillare, è meglio non commettere l’errore di credere che non sia un animale rumoroso. I cenerini non sono chiassosi e insistenti come qualche specie del Sud America, ma impareranno ad imitare i suoni della casa in cui vivono e a riprodurli senza sosta, per lo sfinimento del loro proprietario. Immaginate di avere un microonde che fa “bip” in continuazione o un telefono cellulare che suona all’impazzata, senza però avere la possibilità di spegnerli.

Cura e Alimentazione

Un Cenerino ha bisogno di molti giocattoli per stimolare la sua intelligenza, come ad esempio puzzle o giochi che involgono il cibo.

I trespoli dovrebbero essere di legno naturale, una buona scelta sono rami di alberi da frutta di diverse dimensioni.

È necessaria una gabbia spaziosa, ma lo sono anche lunghi e regolari periodi fuori da essa. La gabbia deve essere abbastanza grande da impedire che il Cenerino sfreghi la coda sul fondo o sbatta le ali contro le pareti quando le distende. La gabbia deve essere inoltre collocata in una zona ben illuminata e priva di correnti d’aria.

Vuoi comprare una gabbia al tuo Cenerino ma non sai qual’è più adatta? Dai un’occhiata alla guida generica sulle dimensioni delle gabbie per pappagalli che Animali Volanti ha preparato per te!

Cosa mangia il pappagallo Cenerino? Questi pappagalli sono inclini alla carenza di vitamina A, di conseguenza traggono beneficio nel mangiare verdura ad alto contenuto di beta-carotene, come le patate dolci cotte e il cavolo fresco. Un altro problema è dato dalla carenza di vitamina D, che si verifica soprattutto nei cenerini nutriti con una dieta non adeguata. Nutrire il proprio Cenerino con una dieta equilibrata a base di pellet aiuterà a prevenire carenze vitaminiche e minerali, non saranno quindi necessari integratori vitaminici.

Il Cenerino non deve essere nutrito con una dieta avente un alto contenuto di grassi o proteine.

Gabbie per Cenerino

Comprare un Cenerino

Pensateci bene prima di acquistare un pappagallo Cenerino, esserne il proprietario non è facile. Essi richiedono tanto amore, tempo, pazienza e lo sforzo di costruire un rapporto. Per natura sono un po’ timidi e prudenti, tendono ad essere riservati con persone ed oggetti nuovi. Hanno la tendenza a stare in disparte e osservare prima aprirsi completamente. Sono anche molto empatici, di conseguenza è consigliato approcciarli in modo calmo. Una volta che il Cenerino si sentirà a suo agio e si fiderà di voi, sarete sulla buona strada per una lunga amicizia.

AGGIORNAMENTO: a partire da ottobre 2016 il Cenerino è stato inserito nell’Appendice I della CITES e le Nazioni Unite hanno vietato il commercio dei pappagalli cenerini catturati dallo stato selvatico, a livello globale.

Se vuoi comprare un pappagallo ma non sei sicuro su quale scegliere, prova il nostro quiz, ti aiuterà a capire qual è il pappagallo più adatto a te!

Stato Selvatico

Habitat

I cenerini abitano la cintura di foresta dell’Africa centrale e occidentale, compresa l’isola di Principe (Golfo di Guinea). Nell’Africa occidentale si trovano nei paesi costieri come Sierra Leone, Ghana e Costa d’Avorio.

Le due sottospecie di Cenerino abitano diverse aree: il Cenerino Africano del Congo vive in un’area che si estende dal Kenya fino al confine orientale della Costa d’Avorio, comprese le popolazioni insulari. Il Cenerino di Timneh popola invece dal confine orientale della Costa d’Avorio alla Guinea-Bissau.

L’habitat del pappagallo Cenerino è solitamente costituito dalle umide foreste di pianura, anche se si può trovare fino a 2200 m di altitudine nella parte orientale del suo areale. Questi pappagalli sono comunemente visti ai margini dei boschi, nelle radure, foreste a galleria, mangrovie, savane boschive, aree coltivate e giardini.

I cenerini si recano spesso nelle aree aperte adiacenti ai boschi, si appollaiano sugli alberi vicini all’acqua e a volte preferiscono appollaiarsi sulle isole nei fiumi. Sfruttano gli alberi anche per la nidificazione, creando i propri nidi nelle cavità, a volte scegliendo i siti abbandonati da altri uccelli, come i picchi.

Le specie che vivono in Africa occidentale effettuano movimenti stagionali lontano dalle zone più aride durante la stagione secca.

Comportamento

I cenerini che vivono in natura sono molto timidi e raramente permettono agli esseri umani di avvicinarli. Sono anche uccelli altamente sociali e nidificano in grandi gruppi, anche se le famiglie numerose occupano il proprio albero di nidificazione.

Spesso sono visti appollaiati in grandi stormi che vocalizzano rumorosamente durante la mattina, la sera e durante il volo. Questi stormi sono composti di soli pappagalli cenerini, a differenza di altri pappagalli che si trovano spesso in gruppi misti. Durante il giorno gli stormi di dividono in gruppi più piccoli e volano per lunghe distanze per foraggiare. Spesso questi pappagalli rimangono appollaiati su alberi vicino a fonti d’acqua e si pensa che preferiscano appollaiarsi sulle isole nei fiumi.

Gli esemplari giovani rimangono con il loro gruppo famigliare per un lungo periodo di tempo, fino a diversi anni, e socializzano con gli altri pappagalli della loro età. Dei giovani pappagalli cenerini si prendono cura gli uccelli più anziani, fino a quando non sono sufficientemente preparati e abbastanza grandi per diventare membri indipendenti dello stormo. Sono stati registrati comportamenti volti al compiacimento dei pappagalli più anziani.

Un Cenerino che vive in natura deve acquisire una certo numero di abilità complesse: distinguere le piante alimentari commestibili da quelle tossiche, come difendere il territorio, come riconoscere ed evitare i predatori, come trovare acqua potabile e come ricongiungersi alla sua famiglia dopo essersi separati. Inoltre un Cenerino deve imparare a sviluppare i comportamenti specifici a certi ruoli, come competere per i siti di nidificazione e difenderli, e come crescere la propria prole.

Studi hanno rivelato che il pappagallo Cenerino possiede una cognizione complessa ed è considerato uno degli animali più intelligenti del mondo.

Riproduzione

La riproduzione avviene in ampie colonie in cui ogni coppia occupa il proprio albero. Gli individui scelgono i compagni con cura e formano un legame monogamo permanente che ha inizio con la maturità sessuale, a 3-5 anni di età.

Pochi dettagli sono noti circa il corteggiamento in natura, ma sono stati osservati esibizioni in volo attorno ai siti di nidificazione. I maschi nutrono la propria compagna ed entrambi fischiano leggere note monotòne; la femmina poi dormirà nella cavità in cui si trova il nido mentre il maschio fa la guardia.

La stagione riproduttiva varia a seconda della zona, ma sembra coincidere con la stagione secca; il Cenerino si riproduce una o due volte l’anno. Le femmine depongono da tre a cinque uova dalla forma tondeggianti, a intervalli di 2-5 giorni; si dedicano poi alla cova, mentre il maschio spetta il compito di procurare il cibo. La cova dura circa 30 giorni e i pulli escono dal nido a 12 settimane di vita.

Dopo che i giovani escono dal nido, entrambi i genitori li nutrono, crescono e proteggono, fino a che non raggiungono l’indipendenza.

Conservazione

I pappagalli cenerini sono prede degli avvoltoi delle palme, ma anche diverse specie di falchi cacciano questi pappagalli, sia gli adulti che i pulcini. Le scimmie predano le uova e i pulli nei nidi. Mentre foraggia a terra il Cenerino è vulnerabile ai predatori terrestri.

Quella del Cenerino è considerata una specie a rischio a causa di una recente analisi, la quale suggerisce che viene catturato fino al 21% della popolazione mondiale ogni anno. La quota per pappagalli cenerini nella Repubblica Democratica del Congo è di 5000, 4000 in Congo,e 250 in Gabon. Purtroppo non esiste nessuna legge che ne proibisce la cattura e il commercio.

Questi pappagalli sono colpiti dalla distruzione degli habitat naturali, l’uso indiscriminato di pesticidi e la caccia da parte degli abitanti locali. La cattura per il commercio degli uccelli selvatici è una delle principali cause del declino delle popolazioni dei pappagalli cenerini.

Nella Lista Rossa 2016 della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) i pappagalli cenerini sono classificati come EN (In Pericolo).

Foto

Newsletter