Descrizione generale

L’Albatro di Laysan (Phoebastria immutabilis) è un uccello acquatico molto grande (anche se è tra gli albatri più piccoli), è dotato di zampe molto lunghe, ali molto strette, il collo è spesso e la testa è grande. Il dorso e la parte superiore delle ali sono color bruno-nerastro. Le penne remiganti hanno uno sprazzo di bianco e il sotto ala è bianco con i bordi neri. Durante il volo è visibile una banda nera sulla coda.

L’Albatro Piedineri (Phoebastria nigripes) è molto simile a quello di Laysan, si distinguono dal fatto che il primo è tutto nero, compreso anche il sotto ala.

Habitat

L’habitat dell’Albatro di Laysan varia tra il Nord dell’Oceano Pacifico, circa dalla latitudine della Costa Rica, fino alle Isole Aleutine e il Sud del Mare di Bering. Nonostante questi uccelli siano stati trovati in acque la cui temperatura varia da circa 2°C a 26°C, hanno la tendenza a foraggiare in acque più fredde e ricche di cibo.




Questi albatri nidificano su distese aperte, erbose o sabbiose delle isole, in particolare l’Atollo di Midway e l’Isola di Laysan (che insieme ospitano circa il 94% delle coppie nidificanti). I nidi si possono trovare anche in qualche altra piccola isola delle Hawaii, le più grandi isole di Kauai e Oahu, e alcuni altri siti in Messico e Giappone.

Comportamento

Il volo dell’Albatro di Laysan è caratterizzato da battiti d’ala poco frequenti e una grande abilità nel librarsi. Questi uccelli si avvalgono della velocità del vento e cambi di direzione a diverse altezze, acquisendo la capacità di volare a grandi distanze con solo lievissime alterazioni della posizione dell’ala.

Quando è a terra, l’Albatro di Laysan cammina pesantemente e di solito ha bisogno di correre lungo il terreno, nel vento, per essere in grado di prendere il volo.

Le coppie tendono a formare legami duraturi. Tornano alla propria colonia a partire dal mese di novembre, dove si esibiranno in corteggiamenti elaborati. Dopo l’accoppiamento entrambi gli uccelli lasciano l’isola in cui si trovano, a cui la femmina ritornerà per prima per deporre un singolo uovo.

Alimentazione

L’Albatro di Laysan si nutre soprattutto di calamari e uova di pesce, crostacei, carogne galleggianti, e alcuni scarti delle barche da pesca. Mangia stando seduto sull’acqua e immergendo il becco per catturare le prede vicine alla superficie. Gli adulti con dei pulcini da nutrire si procurano il cibo con dei viaggi che durano fino a 17 giorni e viaggiano fino a 2500 km di distanza (in linea retta) dal loro nido.

Riproduzione

Gli albatri di Laysan sono uccelli monogami noti per i loro corteggiamenti elaborati che consistono in 25 differenti posture, nello schioccare i becchi e all’infilarli sotto le ali o al puntarli verso il cielo simultaneamente. Solo gli uccelli che si accoppiano per la prima volta o che non si accoppiano si esibiscono in questa danza.

Un giovane Albatro di Laysan può impiegare fino ad un decennio per riuscire a riprodursi con successo: gli esemplari di un anno di età di solito non ritornano alla colonia e quando hanno 3 o 4 anni tornano sull’isola tentando di riprodursi, ma di solito non hanno successo fino a quando non raggiungono i 9 o 10 anni di età. Spesso si riproducono in colonie vicine agli albatri piedineri.

Gli albatri di Laysan scelgono un compagno per la vita e lo cambiano solo in caso di morte, ma effettuare questo cambiamento porta ad un calo della frequenza di accoppiamento.

L’Albatro di Laysan si riproduce una volta all’anno e depone un solo uovo ogni volta. Se l’uovo non sopravvive per qualsiasi motivo, non viene sostituito. Il periodo di incubazione dura circa 65 giorni, durante i quali entrambi i genitori, a turno, covano l’uovo.

I pulcini sviluppano completamente le piume dopo circa 165 giorni dalla schiusa e lasciano il nido circa nello stesso momento, poiché genitori smettono di nutrirli. I piccoli albatri probabilmente lasciano il nido spinti dalla fame e devono imparare a nuotare, volare e nutrirsi.

Maschi e femmine si accoppiano circa 24 ore dopo il loro arrivo presso la colonia riproduttiva. Nel giro di un paio d’ore dopo l’accoppiamento, entrambi gli uccelli partono per il mare e ritornano dopo circa 8 giorni. Al suo ritorno, la femmina costruisce il nido per un giorno o due e poi depone il suo uovo. La femmina continua a costruire il nido durante l’incubazione, ma anche il maschio dà il suo contributo. L’Albatro di Laysan è un nidificatore coloniale e il suo nido è costituito da una depressione nella sabbia o nel terreno, con un bordo fatto da viti, foglie o sabbia.

Entrambi i sessi svolgono un ruolo paritario nell’incubazione l’uovo, nella manutenzione del nido e l’allevamento del pulcino. La femmina in media cova un paio di giorni in meno rispetto il maschio (29 vs 36 giorni). L’uccello che non cova di solito si allontana alla ricerca di cibo che non sia a più di un’ora di distanza dal nido. Se l’uovo viene spostato dal nido, i genitori non andranno a recuperarlo.

Dopo che l’uovo si schiude, entrambi i genitori nutrono il pulcino con del cibo rigurgitato, che di solito è costituito da olio di calamari e uova di pesce volante. I genitori forniranno cibo solo ad un pulcino situato nel nido, per assicurarsi di nutrire la loro prole.

Conservazione

Gli albatri di Laysan sono numerosi, ma come per tutte le specie di albatri, la loro popolazione è soggetta a gravi minacce. Questi uccelli acquatici sono apparsi nella Watch List del 2014 del sito State of the Birds, che elenca le specie col maggiore rischio di estinzione. Una stima del 2009 conta circa 591 000 coppie nidificanti, di cui il 90% si trova soltanto in due siti: l’Atollo di Midway e l’Isola di Laysan.

All’inizio del XX secolo centinaia di migliaia di esemplari di Albatro di Laysan sono stati cacciati ogni anno per le loro piume. Quando la caccia alla piuma si concluse, all’inizio del 1920, l’intera popolazione di albatri di Laysan fu stimata in circa 18 000 coppie. Entro la fine del 1950 il numero salì fino a circa 280 000 coppie e da allora è raddoppiato di nuovo, anche se è ancora inferiore rispetto ai livelli precedenti alla caccia. A partire dalla metà del XX secolo, gli albatri hanno colonizzato Kauai e Oahu, e nel 1983 hanno cominciato a nidificare in piccole colonie sulle isole messicane, tra cui Guadalupe.

Il 99% degli albatri di Laysan nidificano in piccole, basse isole tropicali, ma queste zone di riproduzione saranno probabilmente sommerse dall’innalzamento del livello del mare causato dal cambiamento climatico di questo secolo: questa è la più grande minaccia a lungo termine per l’Albatro di Laysan. Minacce più immediate includono invece predatori introdotti come cani, gatti, ratti e manguste. Altre minacce immediate sono l’avvelenamento da piombo dai chip di vernice a Midway, la cattura involontaria durante la pesca e l’ingestione di materie plastiche.

Grandi perdite sono state causate dalle reti da imbrocco e dalle reti derivanti utilizzate per la cattura dei pesci (la pesca con reti da posta derivanti ha ucciso fino a 17 500 albatri all’anno, ma fortunatamente si è conclusa nel 1992). La pesca con il palangaro, cattura e uccide tutt’ora migliaia di albatri. Fortunatamente a partire dai primi anni del 2000, i pescherecci con palangari degli Stati Uniti (Hawaii e Alaska) hanno adottato soluzioni di discreto successo per evitare catture accidentali, accorgimenti che però molte altre nazioni non hanno ancora adottato.

Gli oceani contengono enormi quantità di detriti galleggianti di plastica che gli adulti spesso raccolgono e danno da mangiare ai loro pulcini. Questa plastica può causare la morte per fame o disidratazione, forare il sistema digestivo di un uccello o introdurre sostanze chimiche nocive nei loro corpi.

Se vuoi saperne di più sulla minaccia causata dall’ingestione della plastica, leggi il nostro articolo sul perché gli uccelli mangiano plastica.

Gli albatri di Laysan impiegano molto tempo per raggiungere la maturità e crescono al massimo solo un pulcino all’anno, ragion per cui le popolazioni di questi uccelli impiegano molto tempo per recuperare le perdite dovute ad eventuali aumenti del tasso di mortalità degli adulti.

Nella Lista Rossa 2016 della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) l’Albatro di Laysan è classificato come NT (Quasi Minacciato).

Foto


Newsletter