Descrizione generale

L’Assiolo Americano Orientale (Megascops asio) è un uccello rapace piccolo e tozzo, con una testa molto grande e un collo praticamente inesistente. Le ali sono arrotondate e la coda corta e squadrata. Presenta ciuffi auricolari spesso sollevati, che conferiscono alla sua testa una silhouette distintiva.

L’Assiolo Americano Orientale può avere il piumaggio grigio oppure fulvo, sui toni del rosso e del marrone. Indipendentemente dal colore del piumaggio, gli assioli presentano una trama a strisce e macchie che consente loro di mimetizzarsi alla perfezione con la corteccia degli alberi; le striature sul petto sono particolarmente spesse. Gli occhi sono gialli, così come il becco. Presentano grandi piedi piumati.




L’Assiolo Americano Orientale è un uccello rapace piccolo, la cui lunghezza varia dai 16 ai 25 cm. Come accade con altre specie di gufi, le femmine sono generalmente più grandi dei maschi. L’Assiolo Americano Orientale si distingue dall’Assiolo Americano Occidentale (Megascops kennicottii) per il becco giallo, per il richiamo simile a un trillo discendente e per la colorazione fulva che alcuni individui della specie presentano.

Habitat

L’Assiolo Americano Orientale è diffuso in buona parte del Nord America, nell’area orientale. Lo troviamo a partire dalle Montagne Rocciose, a ovest, fino alla costa atlantica, e dalle aree più a sud del Canada alla Florida e al Texas meridionale.

Gli habitat dell’Assiolo Americano Orientale si trovano praticamente ovunque al di sotto dei 1500 metri sopra il livello del mare, dalle aree urbanizzate alle foreste boreali. Lo si può osservare principalmente nelle aree boschive, ma si trova a suo agio anche nelle aree urbane e suburbane e si abitua prontamente alla presenza umana, utilizzando spesso anche le casette per uccelli per nidificare. Gli assioli nidificano nelle cavità naturali, ma utilizzano anche quelle create da altri animali.

Due cose che non possono mancare nell’habitat dell’Assiolo Americano Orientale: la presenza di alberi e la presenza di cavità o casette per la nidificazione. Nonostante preferisca ambienti provvisti di sottobosco, l’Assiolo Americano Orientale vive e prospera anche nei campi, nei parchi cittadini e negli ambienti suburbani, dove le prede sono più numerose e il clima è più mite.

Nelle Grandi Pianure, troviamo gli assioli nei terreni boschivi lungo torrenti e fiumi. L’Assiolo Americano Orientale non è in grado di sopravvivere se gli alberi vengono abbattuti, ma ricolonizza rapidamente un’area quando gli alberi vengono ripiantati, soprattutto se vengono posizionate anche le casette di nidificazione.

Comportamento

L’Assiolo Americano Orientale non è un uccello migratore. Le coppie che si formano spesso mantengono lo stesso nido sia in inverno, sia in estate, e le femmine riutilizzano i siti di nidificazione che in precedenza si sono rivelati adatti.

L’Assiolo Americano Orientale è un uccello solitario, tranne durante la stagione degli accoppiamenti e durante l’inverno, quando i membri di una coppia condividono il nido. I maschi difendono il loro territorio, dove hanno numerosi siti di nidificazione.

L’Assiolo Americano Orientale, per muoversi, principalmente vola, tuttavia lo si può osservare anche saltare e camminare a terra quando caccia una preda.

Questi uccelli rapaci sono principalmente attivi di notte, anche se spesso cacciano all’alba o al tramonto, e di tanto in tanto alla luce del giorno. Essi sono cacciatori versatili e li si può vedere appollaiati tra gli alberi, in attesa del passaggio di una preda. Gli assioli americani occidentali tendono a balzare da posatoi che si trovano tra 1,8 e 3 metri da terra, a volte afferrando un insetto o un pipistrello dal lato o colpendo con gli artigli le acque basse per catturare pesci o girini.

La maggior parte dei voli dell’Assiolo Americano Occidentale sono brevi, di solito attorno ai 20 metri. Quando si sposta tra un posatoio e l’altro, questo gufo spesso si butta e vola dritto, per poi salire di nuovo con un caratteristico movimento a forma di “U”.

L’Assiolo Americano Orientale forma coppie stabili, di solito un maschio con una femmina, ma di tanto in tanto anche un maschio con due femmine. I maschi difendono piccoli territori contenenti alcuni punti di riposo all’interno di cavità.

Quando nidifica, la femmina rimane sempre nel nido tranne che per brevi escursioni all’alba e al tramonto. Lei e i pulcini vengono nutriti dal suo compagno, anche se è poi la femmina a dividere la preda in piccoli pezzi per i pulcini.

Dopo che gli sono spuntate le piume, il giovane assiolo fa primo balzo al suolo o sui rami vicini, usando i piedi e sbattendo le ali per risalire faticosamente in punto sicuro. I piccoli gufi imparano lentamente a volare e cacciare, essi dipendono dai loro genitori per il cibo per 8-10 settimane dopo lo sviluppo del piumaggio.

A questo punto entrambi i genitori nutrono i giovani, e gli adulti, in particolare le femmine, si rifugiano assieme alla loro prole nei posatoi comuni sugli alberi. Man mano che i giovani affinano le loro abilità, cominciano ad appollaiarsi e a cacciare separati dai loro genitori e fratelli.

Alimentazione

L’Assiolo Americano Orientale presenta una dieta molto più variegata rispetto agli altri gufi dell’America settentrionale: essa include infatti insetti notturni come le falene e le Tettigoniidi, gamberi, vermi, anfibi come rane e girini, rettili come le lucertole, piccoli mammiferi come topi, talpe, conigli e pipistrelli, e piccoli uccelli come rondini, tordi, fringuelli, pernici, ghiandaie e picchi.

L’Assiolo Americano Orientale presenta orecchie simmetriche: questo ci suggerisce che per cacciare utilizzi prevalentemente la vista. Tuttavia ha anche un ottimo udito, dal momento che spesso cattura prede nascoste nel fogliame.

Il metodo di caccia dell’Assiolo Americano Orientale consiste nello stare seduto su un ramo e aspettare di vedere o udire la preda. Una volta catturata la preda e mangiato quello che gli occorre sul momento, ciò che rimane viene conservato nel nido per essere consumato in seguito sia dagli adulti che dai pulcini.




Riproduzione

L’Assiolo Americano Orientale quando forma una coppia la forma per la vita. Gli individui che si uniscono in coppia hanno la stessa età. Le coppie possono separarsi a seguito di tentativi infruttuosi di annidamento. Sono stati inoltre osservati maschi nidificare con più compagne femmine allo stesso momento. Sia i maschi, sia le femmine, si accovacciano ed emettono trilli quando il proprio partner si approccia a loro.

Le femmine di Assiolo Americano Orientale depongono le uova in un lasso di tempo che dura qualche giorno, a volte anche più di una settimana, e non cominciano la cova vera e propria fino a quando non depongono l’ultimo uovo. Il risultato è che le uova che vengono deposte prima, spesso si schiudono per prime.

Nelle nidiate più numerose, dove i pulcini più piccoli possono essere fino a 8 giorni più giovani dei fratelli, i più piccoli possono venire uccisi accidentalmente dai pulcini più grandi.

Il numero di uova che vengono deposte nelle grandi cavità di nidificazione varia da 2 a 7, ma più comunemente ne vengono deposte 3 o 4. Le uova vengono covate per un periodo che va da 26 giorni (per le uova deposte per ultime) a 34 giorni (per le uova deposte per prime). Il tempo medio di cova è quindi di 30 giorni.

Le femmine di Assiolo Americano Orientale covano le uova e accudiscono i pulcini. Durante questo periodo, i maschi nutrono le femmine e controllano le cavità di nidificazione. I giovani lasciano il nido a 28 giorni di età e restano con i genitori fino a 8-10 settimane, durante le quali vengono nutriti da entrambi i genitori.

Conservazione

L’Assiolo Americano Orientale è sempre molto vigile vicino alla propria cavità di nidificazione, forse per intercettare i movimenti di possibili predatori. Vengono cacciati, sia da adulti che da pulcini, da gufi più grandi, da falchi e da altri assioli.

Le uova e i pulcini possono essere catturati dai serpenti dei ratti, dall’Opossum della Virginia, dai procioni e dal Bassarisco del Nord America (un mammifero della famiglia dei procioni).

L’Assiolo Americano Orientale emette richiami di allarme e attacca fisicamente i potenziali predatori che si avvicinano al nido e ai pulcini. Grazie al loro piumaggio, gli assioli sono in grado di mimetizzarsi.

È difficile determinare il numero di esemplari di Assiolo Americano Orientale a causa del loro stile di vita notturno. Il North American Breeding Bird Survey stima che il numero di assioli sia aumentato in Canada dal 1966 al 2015, ma al tempo stesso sono diminuiti negli Stati Uniti. Partners in Flight stima che la popolazione globale nidificante di Assiolo Americano Orientale sia di 900 000 esemplari, il 95% dei quali vive negli Stati Uniti, mentre il 4% si trova in Messico e l’1% in Canada. L’Assiolo Americano Orientale non è presente nella State of North America’s Birds’ Watch List del 2016.

Nella Lista Rossa 2016 della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) l’Assiolo Americano Orientale è classificato come LC (Minor Preoccupazione).

Foto

Newsletter