Usare del legno naturale per arricchire la gabbia con giochi, trespoli e materiale da rosicare farà sicuramente molto piacere al tuo pappagallo. È bene però informarsi con cura su quali piante si possono usare e quali sono invece tossiche.

Cose da sapere quando si sceglie un tipo di legno per il pappagallo

Quando si sceglie il tipo legno da utilizzare per i giocattoli, trespoli o per decorare la gabbia del proprio pappagallo, bisogna farlo con cura e tenendo a mente diverse cose. Vediamole insieme prima di passare alla lista delle piante sicure e delle piante tossiche per gli uccelli.




  • Qualsiasi residuo di pesticida rende tossici anche i legni sicuri; non usare mai il legno con residui di pesticidi, nemmeno se la corteccia è stata rimossa, poiché queste sostanze possono penetrare nel legno attraverso di essa. I pesticidi includono erbicidi, insetticidi, fungicidi e acaricidi.
  • Il legno pressato e lavorato è tossico per gli uccelli.
  • Non raccogliere il legname da alberi che si trovano al fianco di un’autostrada o di una ferrovia perché potrebbero esser stati trattati con erbicidi.
  • Anche alberi non tossici possono essere infetti da funghi o batteri che producono tossine. Ad esempio, i gusci delle arachidi sono noti per contenere residui fungini.
  • Non utilizzare alcuna parte delle drupacee (come l’albicocco, il ciliegio, il pesco o il prugno), essi contengono infatti glicosidi cianogenici che rilasciano cianuro se ingeriti.

Se non sei sicuro del tipo di legno presente nel tuo giardino, ti raccomando di portare un piccolo ramoscello dal botanico più vicino per farlo identificare. Probabilmente non saprà dirti se è tossico per gli uccelli, ma una volta a conoscenza del tipo di pianta è possibile ottenere questa informazione tramite un veterinario aviario o una guida come questa.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Cosa fare dopo aver scelto il legno adatto

Prima di posizionare il legno nella gabbia o darlo al pappagallo, strofina tutti i rami con un disinfettante non tossico, come l’acqua ossigenata, che ha anche buone proprietà antiparassitarie. Dopodiché risciacqua e asciuga bene.

Ci possono essere insetti nascosti nei rami. Il modo migliore per sbarazzarsene è quello di cuocere i rami nel forno a 120°C per circa un’ora. Questo dovrebbe uccidere qualsiasi fungo, insetto, uova ecc. che potrebbero trovarsi all’interno del legno o sopra di esso.

Alcune fonti consigliano di utilizzare la candeggina per disinfettare il legno o i trespoli, ma la candeggina è tossica e penetra nel legno, creando un potenziale pericolo per la salute degli uccelli. Nel caso tu decida di utilizzarla comunque, sciacqua accuratamente e immergi il legno in acqua pulita. Lascia poi asciugare.

Elenco di piante sicure e tossiche per gli uccelli

Piante e legni SICURI

Abete (Abies)

Abete di Douglas (Pseudotsuga menziesii)

Acacia di Costantinopoli (Albizia julibrissin)

Acero (Acer) Leggi la nota

Ailanto o Albero del paradiso (Ailanthus altissima)

Alberi di noci
(escluso il castagno)

Albero di giada (Crassula ovata)

Aralia japonica (Fatsia japonica)

Arbuto (Arbutus)

Bambù (Bambuseae)

Bambù sacro (Nandina domestica)

Berberis

Betulla (Betula) Leggi la nota

Biancospino (Crataegus)

Buddleia (Buddleja davidii)

Callistemone (Callistemon)

Camelia (Camellia)

Carya

Celtis

Ciateali (Cyatheales)

Cistrus (pompelmo, arancio, limone, lime, kumquat)

Dracena

Escallonia (Escallonia)

Eucalipti (Eucalyptus)

Faggio (Fagus)

Fico comune (Ficus carica)

Fico del caucciù (Ficus elastica)
(Il Fico beniamino è tossico)

Frassino (Fraxinus)

Gelso (Morus)

Ginco (Ginkgo biloba)

Guaiava (Psidium guajava)

Ibisco (Hibiscus)
Kalanchoe

Lagerstroemia

Larice (Larix)

Legno ferro
(le foglie sono apparentemente tossiche)

Lillà comune (Syringa vulgaris)

Magnolia (Magnolia)

Malus

Mandorlo (Prunus dulcis)

Melo (Malus domestica) Leggi la nota

Mimosa (Acacia dealbata)

Moro degli Osagi (Maclura pomifera)

Olivo di Boemia (Elaeagnus angustifolia)

Olmo (Ulmus)

Ontano bianco (Alnus incana)

Palme (Arecaceae)

Papaya (Carica papaya)

Pecan (Carya illinoensis)

Pecci (Picea)

Pino (Pinus) Leggi la nota

Pino di Norfolk (Araucaria heterophylla)

Pioppo (Populus)

Quercia da sughero o Sughera (Quercus suber)
(non il legno della quercia ma il sughero)

Rhaphiolepis

Salice piangente (Salix babylonica)

Sassofrasso (Sassafras albidum)

Sicomoro (Ficus sycomorus)

Sorbo (Sorbus)

Spirea (Spiraea)

Swida (Cornus)

Tronchetto della felicità (Dracaena fragrans)

Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi)

Viburno (Viburnum)

Vite (Vitis)

Offerta
Set da tre posatoi per uccelli di corteccia di sughero naturale. Per posarsi e...
1 Recensioni
Set da tre posatoi per uccelli di corteccia di sughero naturale. Per posarsi e...
  • 3 dischi di ramo di quercia da sughero come posatoi. Legno naturale con corteccia da...
  • Sughero naturale e rinnovabile, non trattato. Per sgranocchiare in modo sicuro
  • La fornitura comprende: 3 posatoi in sughero di diverse dimensioni (almeno 10 cm di...

Ultimo aggiornamento 2018-01-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Piante e legni TOSSICI

Acero rosso (Acer rubrum) Leggi la nota

Actaea (Actaea)

Agrifoglio (Ilex aquifolium)

Albero dei rosari (Melia azedarach)

Albero del sevo (Triadica sebifera)

Albero della lacca (Toxicodendron vernicifluum)

Albero della pioggia (Samanea saman)

Albero fiamma (Brachychiton acerifolius)

Albicocco (Prunus armeniaca)

Alloro di montagna (Kalmia latifolia)

Andromeda Giapponese (Pieris japonica)

Arctium

Avocado (Persea americana)

Azalea e Rododendro (Rhododendron)

Bosso (Buxus)

Cacao (Theobroma cacao)

Canapa (Cannabis)

Cedro bianco (Thuja occidentalis)

Chamaecyparis

Ciliegio (Prunus avium)

Cipresso (Cupressus)

Coriandolo o Prezzemolo cinese (Coriandrum sativum)

Corone di Cristo (Euphorbia milii)

Dafne (Daphne)
(bacche)

Dieffenbachia

Erica (Erica)

Euforbia (Euphorbia)

Evonimo (Euonymus)

Fagiolo di Spagna (Phaseolus coccineus)

Fava (Vicia faba)

Fico beniamino (Ficus benjamina)
(il Fico del caucciù è sicuro)

Filadelfo (Philadelphus)

Gelsomino (Jasminum)

Ginepro (Juniperus)

Glicine (Wisteria Nutt)

Ippocastano (Aesculus hippocastanum)

Kalmia (Kalmia)

Laburno (Laburnum)

Lantana camara (Lantana camara)

Lauroceraso (Prunus laurocerasus)

Leucothoe (Leucothoe)

Ligustro (Ligustrum)

Lupinus

Mango (Mangifera indica) Leggi la nota

Mughetto (Convallaria majalis)

Noce bianco (Juglans regia)

Oleandro (Nerium oleander)

Ontano (Alnus rubra)

Orecchia di elefante (Kalanchoe beharensis)

Ortensia (Hydrangea)

Pero (Pyrus)

Pesco (Prunus persica)

Physalis

Pianta del tabacco (Nicotiana tabacum)

Pino Rigido (Pinus rigida)

Piracanta (Pyracantha)

Pomodoro (Solanum lycopersicum)

Prugno (Prunus domestica)

Pteridium

Quercia (Quercus)
(qualsiasi parte)

Rabarbaro (Rheum)

Ricino (Ricinus communis)

Robinia (Robinia pseudoacacia)

Salvia comune (Salvia officinalis)

Sambuco (Sambucus)

Skimmia
(tutte le parti della pianta)

Sofora (Sophora)
(inclusa la Sofora del Giappone)

Solano (Solanum)

Sommacco (Rhus) Leggi la nota

Spino di Giuda (Gleditsia triacanthos)

Stramonio comune (Datura stramonium)

Tanaceto (Tanacetum vulgare)

Tasso comune (Taxus baccata)

Trombe degli angeli (Datura)

Tsuga canadese (Tsuga canadensis)

Tuia (Thuja)

Vischio (Viscum album)

acero rosso

Acero

Gli aceri sono sicuri a condizione che venga rimossa la corteccia; la corteccia di molti aceri come per esempio quella dell’acero giapponese, è sicura. Tuttavia l’acero rosso (Acer rubrum) può portare un fungo i cui residui se inalati sono dannosi. Il legno dell’acero in generale dovrebbe essere sicuro per i trespoli una volta che la corteccia viene rimossa.

betulla

Betulla

Le foglie e la corteccia contengono salicilati e alcune sostanze potenzialmente dannose, ma la concentrazione di queste sostanze è così bassa da non costituire un reale pericolo. La betulla può essere considerata sicura per la realizzazione di trespoli in legno naturale. I semi all’interno delle infruttescenze sono prelibatezze da mangiare gli uccelli.

albero di mango

Mango

I frutti sono sicuri, ma il legno, le foglie e la corteccia potrebbero non esserlo. La linfa dell’albero è estremamente abrasivo e provoca sensazioni di bruciore e irritazioni. Non si è a conoscenza dell’esatto tipo di danno esatto che potrebbe fare agli uccelli che lo masticano, ma è meglio evitare di scoprirlo.

melo

Melo

Sono state espresse diverse opinioni riguardo la tossicità dei meli peri pappagalli. Fonti come il tossicologo Gillian Willis indicano che il melo è sicuro, mentre altre dichiarano che potrebbe essere tossico in alcuni periodi dell’anno. La causa dei disaccordi potrebbero essere i residui dei pesticidi, il che renderebbe il legno non contaminato del melo sicuro per gli uccelli.

pino

Pino

Contiene composti che possono causare gravi problemi di salute, inclusi problemi respiratori, di quindi non è consigliabile utilizzare parti di pino come fondo per il nido o la gabbia. Tuttavia il legno è considerato sicuro per i trespoli. Il pino è resta comunque uno dei tipi di alberi meno raccomandati a causa della resina appiccicosa che spesso sgocciola o si accumula sulla corteccia. La resina del pino è terribile per il piumaggio dell’uccello e, anche se la cosa non è confermata, potrebbe attecchire al becco del pappagallo tanto da impedirgli di aprirsi. Prima di usare un ramo di pino bisognerebbe lasciarlo stagionare per 4-8 mesi anziché per qualche giorno, così che tutta la resina possa uscire.

sommacco

Sommacco

Una vasta gamma di piante possono essere chiamate sommacco, alcune sono sicure e altre no. Alcune specie del genere Rhus possono causare gravi irritazioni cutanee anche alle persone, mentre  altre specie come la Rhus typhina non sono dannose. Le specie più dannose hanno pannocchie ricurve e frutti lisci, mentre le specie sicure hanno frutti conici di tipo drupa, coperti di peli color cremisi.

Cerchi un posatoio piacevole e allo stesso tempo utile al tuo pappagallo?
Vogelgaleria - Posatoio in sughero effetto tagliaunghie
  • Lunghezza: ca. 18 – 22 cm – dadi di montaggio ad alette inclusi nella confezione...
  • Il sughero piace moltissimo agli uccelli domestici.
  • Legno scelto e disinfettato a mano – Superficie con zone in licheni da becchettare.
  • Vantaggio: il sughero non marcisce mai – Può quindi prendere la pioggia senza...

Ultimo aggiornamento 2018-01-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Potrebbe interessarti anche…