Scheda Riassuntiva

Nome: Kakariki Fronte Rossa (Cyanoramphus novaezelandiae)

Lunghezza media: 27 cm

Peso: 50-113 g

Quanto vive: 10-15 anni in cattività

Origini: Nuova Zelanda

Rumorosità: poco rumoroso

Carattere: giocoso, divertente, ama la compagnia ma non molto le coccole.

Abilità: molto agili in volo e i maschi possono imparare ad imitare la voce umana.

Bisogno di attenzioni: in quanto molto attivi hanno bisogno di una gabbia molto spaziosa e di poter volare spesso. Bisogna anche da loro la possibilità di fare un bagno giornaliero.

Cosa mangia: Estrusi, mix di piccoli semi, frutta e verdura (mele, pere, fragole, uva, banane, bietole, lattuga, cardo, tarassaco, cavoli, zucchine, legumi cotti e germinati, carote).

Prezzo indicativo: 30 € il singolo, 50€ una coppia

Aspetto e Caratteristiche Fisiche

Il Kakariki Fronte Rossa (Cyanoramphus novaezelandiae), il cui nome viene dal Maori e significa “piccolo pappagallo”, è un pappagallo di grandezza media con una coda lunga, ali ampie e arrotondate e un piumaggio prevalentemente color verde smeraldo. È caratterizzato da una fronte e una corona cremisi, e chiazze dello stesso colore dietro agli occhi e su ciascun fianco, alla base della coda. Il bordo delle penne remiganti primarie è di un saturo blu-ciano la cui estensione varia a seconda della sottospecie.

Non è presente un dimorfismo sessuale evidente, ma i maschi sono più grandi delle femmine e presentano un becco un po’ più grosso.

I kakariki presentano diverse mutazioni:

  • pezzato, che mostra una combinazione di piumaggio verde e giallo
  • lutino, che è giallo puro anziché verde, pur conservando le piume rosse
  • cinnamon, in cui vi è una perdita parziale delle eu-melanine con una conseguente schiarita della colorazione; gli occhi sono arancioni e le remiganti blu chiaro. Le piume rosse rimangono invariate.
  • pezzato cinnamon, è il risultato della combinazione tra un kakariki pezzato e uno cinnamon
  • blu, è una mutazione piuttosto rara e costosa in cui la maggior parte del piumaggio acquista tonalità simili a quella delle remiganti. Le piume rosse vengono sostituite da un grigio chiaro.

Passa alle foto per vedere degli esempi di queste mutazioni.

Oltre a quella trattata in questa scheda, esistono altre due specie di kakariki: il Kakariki Fronte Gialla (Cyanoramphus auriceps) e il Kakariki Fronte Arancio o Parrocchetto di Malherbe (Cyanoramphus malherbi) che è in pericolo critico di estinzione.

Carattere e Comportamento

I kakariki non amano particolarmente le coccole ma sono giocosi e divertenti e passano volentieri il tempo assieme al loro proprietario. Sono molto attivi, estremamente vivaci e curiosissimi. Entrano in ogni cosa, quindi chi ne possiede uno deve prestare molta attenzione a dove il suo pappagallo va a infilarsi quando non è nella gabbia e assicurarsi che non ci siano pericoli nell’area in cui passa il tempo.

I kakariki sono difficili da intrattenere a causa della loro alta energia e della loro infinita curiosità, per questo motivo consiglio di fornire loro un’ampia varietà di giocattoli che possono essere distrutti, che li stimolino mentalmente ecc. così che possano tenersi occupati sia all’interno della gabbia che fuori. Per questi pappagalli consiglio inoltre un “arricchimento naturale” come ad esempio posatoi ricavati da veri rami che, oltre ad essere ottimi per tenere i piedi allenati, li fanno anche divertire strappando la corteccia. Se non sei sicuro di quale legno usare, leggi la nostra guida sui legni e piante tossici per i pappagalli.

Questi pappagalli amano arrampicarsi e in particolare si divertono molto a rimanere appesi a testa in giù, assicurati quindi che la parte superiore della loro gabbia abbia degli appigli e che le sbarre della gabbia siano orizzontali.

Il Kakariki Fronte Rossa possiede anche una grande agilità in volo e può passare dal correre al volare in un batter d’occhio; spesso questi parrocchetti possono essere visti volare dritto contro un muro per poi virare all’ultimo secondo: sono molto bravi in questo, anche se possono spaventare i loro proprietari.

Qualità e Abilità

I maschi possono imitare la voce umana, hanno infatti la capacità di imparare frasi, filastrocche ecc., abilità molto rara in parrocchetti così piccoli. Per questo motivo e anche perché sono economicamente più convenienti di altri pappagalli di taglia più piccola, i kakariki sono molto desiderati come pappagalli da compagnia.

Non sono uccelli particolarmente rumorosi, ma vocalizzano spesso; il richiamo è abbastanza piacevole.

Cura e Alimentazione

I kakariki sembrano essere suscettibili all’aspergillosi, una malattia infettiva provocata da funghi.

Nutrire adeguatamente un psittacide può rivelarsi a volte problematico, ma fortunatamente i kakariki sono spesso lieti di provare qualsiasi cosa tu offra loro. Essi apprezzano il cibo in tutte le forme (cotto, crudo, tritato, grattugiato), quindi è facile mantenere una certa varietà nell’alimentazione.

Cosa devo dare da mangiare al mio Kakariki Fronte Rossa? Oltre agli estrusi, fornisci al tuo pappagallo un mix di piccoli semi (quelli per Calopsitta vanno bene) come scagliola, miglio e piccole quantità di avena, grano saraceno, cartamo e una piccola quantità di semi di girasole; sarebbe meglio non offrire i mix di semi ogni giorno. È inoltre essenziale inserire nella dieta una varietà di frutta e verdura per far sì che il kakariki rimanga in buona salute: mele, pere, fragole, uva, banane, bietole, lattuga, cardo, tarassaco, cavoli, zucchine, legumi cotti e germinati, carote.

I kakariki hanno la necessità fisiologica di fare il bagno ogni qual volta lo gradiscono e almeno una volta al giorno, in caso contrario possono andare incontro a deplumazione e “secchezza” delle penne.

Animali Volanti Consiglia
Il Manuale tecnico di dietologia dei pappagalli di Ángel Nuevo è un’ottima lettura sia per semplici proprietari che professionisti, ricco di riferimenti scientifici offre una visione d’insieme sulla nutrizione dei pappagalli.

Alloggiamento

A causa del suo essere molto attivo, un Kakariki Fronte Rossa non dovrebbe mai essere tenuto in una piccola gabbia. La gabbia ideale per un kakariki è disposta orizzontalmente in modo da soddisfare la loro necessità di volare e dovrebbe misurare almeno 120 cm in lunghezza e 90 cm in larghezza e altezza; sarà comunque necessario far passare al pappagallo molto tempo fuori dalla gabbia e permettergli di volare per la stanza. La spaziatura tra le sbarre dovrebbe essere di circa 1,3 cm.

Per una voliera esterna che ospita più esemplari consiglio invece 3,6 metri di lunghezza, 0,9 metri di larghezza e 1,8 metri di altezza.

Dato che i kakariki non sono grandi masticatori, al contrario di specie come il Parrocchetto Monaco (Myiopsitta monachus) e i pappagalli del genere ara, anche un alloggiamento in legno può andare bene. Tuttavia, poiché preferiscono foraggiare a terra, la gabbia dovrebbe essere provvista di una base naturale (terra o sabbia).

Le coppie riproduttive dovrebbero essere tenute in alloggiamenti individuali, in quanto i maschi possono attaccarsi e anche uccidersi l’un l’altro.

Comprare un Kakariki

Un Kakariki Fronte Rossa allevato a mano in genere viene venduto sui 30 €, mentre una coppia attorno ai 50 €.

Non essendo particolarmente rumoroso può essere adatto a chi vive in appartamento o è poco tollerante ai rumori forti.

I maschi sono abbastanza territoriali quindi è sconsigliato tenere più di una coppia nella stessa voliera e per lo stesso motivo la riproduzione in colonia può difficilmente avvenire.

Se vuoi comprare un pappagallo ma non sei sicuro su quale scegliere, prova il nostro quiz, ti aiuterà a capire qual è il pappagallo più adatto a te!

Stato Selvatico

Habitat

Il Kakariki Fronte Rossa era diffuso in tutta la terraferma neozelandese lo scorso secolo, ma oggi è molto raro sulla terraferma e solo comune su isole prive di predatori.

Gli esemplari avvistati occasionalmente sulla terraferma possono essere stato liberati o sfuggiti alla cattività, oppure uccelli che si sono allontanati dalle vicine isole al largo della costa.

In Nuova Zelanda questi parrocchetti sono comuni nelle isole subtropicali di Kermadec (in particolare le isole Raoul e Macauley), Isole Three Kings, Isole Poor Knights, le numerose isole nel golfo di Hauraki, le isole di Alderman, le isole di Mercury, le isole di Bay of Plenty, l’isola di Kapiti , Codfish Island (o Whenua), alcune delle isole di Muttonbird e le subantartiche Enderby e Adams Islands (Auckland Islands).

Il Kakariki Fronte Rossa è stato reintrodotto a Tiri Tiri Matangi, Cuvier Island, Moutohora Island, Matiu Island, isole Motuihe, Moturua Island (Bay of Islands) e nella Zelandaia, è stato inoltre reintrodotto nel Tawharanui Regional Park e Shakespeare Regional Park.

I kakariki fronte rossa preferiscono abitare spazi relativamente aperti all’interno e intorno alle aree forestali e foraggiano per lo più a terra. Preferiscono anche altitudini inferiori rispetto al Kakariki Fronte Gialla.

Il Kakariki Fronte Gialla, sebbene raro, può essere trovato in tutte le aree boschive dell’Isola Nord, Isola del Sud e Isola Stewart e nelle sub-antartiche Isole Auckland.

Comportamento

I kakariki si trovano solamente da soli o in coppia, sebbene in autunno e in inverno possano formare piccoli stormi. In volo emettono forti e rapide vocalizzazioni e possono schiamazzare anche mentre si nutrono.

I kakariki hanno diversi comportamenti peculiari, per esempio ruspano per terra come i polli mentre cercano cibo. Inoltre, come ha scoperto uno studio, questi pappagalli mangiano foglie di manuka e kanuka per combattere i parassiti: entrambe le piante contengono un insetticida naturale chiamato leptospermone. I succhi di queste piante vengono sparsi sulle penne per lo stesso motivo.

Riproduzione

Nel loro habitat naturale, la stagione riproduttiva dipende dalle diverse condizioni climatiche: i kakariki possono fondamentalmente riprodursi in qualsiasi periodo dell’anno, ma la riproduzione avviene principalmente tra ottobre e dicembre.

Le preferenze di nidificazione di questi parrocchetti variano a seconda della specie. La maggior parte nidifica in cavità di alberi vivi e morti, tuttavia quei kakariki che vivono su isole subantartiche senza alberi si sono adattati al loro ambiente facendo nidi sotto grandi rocce e in una fitta vegetazione. Spesso riutilizzano lo stesso nido ogni anno.

I nidi sono rivestiti con piccoli pezzi di legno, piume, muschio, erba e altri materiali secchi trovati nel loro ambiente.

La femmina cova le uova da sola e di solito inizia a covare dopo la deposizione del secondo uovo; ogni uovo misura circa 25,8 x 21,3 mm. Il periodo di incubazione è compreso tra 19 e 26 giorni (a seconda della specie e delle condizioni ambientali – più è freddo, più è lungo il periodo di incubazione). I giovani pappagalli sviluppano il piumaggio adatto al volo tra le 5 e le 6 settimane di vita, anche se continuano ad essere nutriti dai loro genitori per una o più settimane dopo l’involo.

Conservazione

Durante il 1800, i kakariki erano comuni e talvolta gli stormi emergevano dalle foreste per nutrirsi di cereali e colture da frutto; agricoltori e orticoltori li consideravano parassiti e sparavano a migliaia di uccelli nel tentativo di proteggere i loro raccolti. L’abbattimento, così come la distruzione del loro habitat costituito da vecchia foreste, sono stati i motivi principali per la quasi scomparsa di questa specie.

Oggi gli attacchi di predatori introdotti come i mustelidi, i gatti e i ratti sono la principale minaccia per il Kakariki Fronte Rossa. Come le altre specie che nidificano in cavità, ad esempio il Kaka (Nestor meridionalis), i kakariki e i loro pulli sono vulnerabili mentre sono nel nido poiché non vi è alcuna via di fuga dai predatori che entrano nelle cavità degli alberi.

I kakariki sono comunemente tenuti in cattività in Nuova Zelanda e all’estero (in particolare in Australia).

Questa specie è nota per ibridarsi con altre specie di Cyanoramphus allo stato selvatico e in cattività. A causa di un “inquinamento genetico” degli esemplari tenuti in cattività è entrato in vigore il divieto utilizzare questi parrocchetti per la ripopolazione in natura. L’ibridazione tra i C.n. chathamensis e il Parrocchetto delle Chatham (Cyanoramphus forbesi) provocò la creazione di un grande numero di ibridi che minacciavano gravemente l’integrità genetica dei parrocchetti delle Chatham, specie in via di estinzione.

Sebbene siano comuni in molte isole, le popolazioni di Kakariki Fronte Rossa restano vulnerabili all’introduzione (o alla reintroduzione) di predatori e ibridi, e all’introduzione di malattie specifiche dei pappagalli, come ad esempio la Malattia del becco e delle penne dei pappagalli (PBFD).

Nella Lista Rossa 2017 della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) il Kakariki Fronte Rossa è classificato come LC (Minor Preoccupazione).

Foto