Hai un pappagallo o un altro volatile che ha bisogno di cure o di essere visitato? Trova il veterinario o l’organizzazione per la tutela degli uccelli più vicino a te!

Ti basta scrivere dove ti trovi e il raggio di km entro cui vuoi effettuare la ricerca. Puoi anche filtrare i risultati cercando solo veterinari che si occupano anche di volatili o animali esotici oppure associazioni e ONLUS.

      Sei un veterinario?

      Se sei un veterinario e vuoi essere aggiunto all’elenco, inviaci una email a info@animalivolanti.xyz con almeno nome, indirizzo e città, specificando se tratti anche volatili o animali esotici oppure no. Ti consigliamo inoltre di fornire un numero di telefono ed eventuali altri contatti come email e sito web.

      Se sei già presente nella lista ma le informazioni non sono corrette, mandaci una mail e le aggiorneremo il prima possibile!

      Ti sono state utili queste informazioni? Faccelo sapere!

      Recensioni degli utenti

      Giovani uccisi

      5,0 rating
      19 Settembre 2019

      Ciao, ho diverse callopsite che regolarmente depongono le uova. Fino a quest’anno tt è andato bene ma i pulcini e i giovani delle ultime covate vengono regolarmente uccisi e nn capisco perché. Soprattutto i giovani che da poco riescono a volare. Li trovo con una beccata sul cranio. Perché la madre non li difende? e soprattutto perché questa cosa avviene sempre con pulcini con le penne o con giovani ? Ho pensato di dividerli forse la gabbia è piccola? Comunque perché nn ucciderli prima….. l’ultimo
      era ormai quasi indipendente…

      Stefania

      comprare e accudire una CALOPSITE

      5,0 rating
      15 Settembre 2019

      Buon giorno , sono Luigi Monza , pensionato e vivo in Thailandia in una localtita’ marina . Abito in una casa singola con portico e giardino .Possiedo una cagnolina di razza Pincher nano, di 15anni , (portata dall’Italia) ancora vispa e in salute.
      Mi piacerebbe avere un pappagallino perche ho del tempo libero e vorrei tenermi impegnato. Quindi , leggendo il vostro articolo , credo che la CALOPSITE soddisfi la mia esigenza.
      Pero’ desidero alcuni consigli :
      1) la Calopsite puo’ vivere con temperatura calda e umida? Per a sua felicita’ dovrei prendere un esemplare , oppure , in coppia?
      2) devo tenerla in casa , o , sotto il portico ? Come dovrebbero essere le misure della gabbia , per farla/le stare bene ?
      3) puo’ convivere con la mia cagnolina ? premetto che e’ vispa e abbastanza rumorosa, nel senso che , se sente un rumure , abbaia di frequente. Inoltre , di notte ,oppure , quando io non sono in casa, essa rimane
      chiusa in casa . Quindi avrei 2 animali che dovranno convivere.
      Se la Calopsite ,secondo voi , non fa al caso mio, potreste consigliarmi quale altro pappagallo dovrei prendere ?
      Vi ringrazio per la VS disponibilita e Vi porgo cordiali saluti.

      Luigi Monza

      Risposta

      Salve Luigi, rispondo alla sue domande una ad una:
      1) Le calopsite sono originarie dell’Australia quindi geneticamente abituate ad un range di temperature abbastanza ampio (vedi la differenza tra giorno e notte nelle zone desertiche) e il caldo della Thailandia non dovrebbe costituire un problema, purché nella gabbia o voliera ci siano sempre alcune zone d’ombra in cui possa ripararsi e acqua fresca sempre disponibile, sia da bere che per fare un bagno.
      1-bis) Può tenerne anche solo una purché le si dedichino molte attenzioni, in quanto diverrà lei il suo partner, ma io consiglio sempre di prendere i pappagalli in coppia in modo che possano avere un compagno della propria specie, nel caso di pappagalli docili e affettuosi come le calopsite non dovrà preoccuparsi del fatto che non si affezionino anche a lei.
      2) Si può tenere sia in casa che fuori, ma in ogni caso deve essere riparata dalle correnti d’aria, poiché non è temprata dalla vita in natura.
      2-bis) Una gabbia per UNA calopsite dovrebbe misurare MINIMO 50x50x70 cm con la spaziatura tra le sbarre (preferibilmente orizzontali che va dagli 1,3 agli 1,9 cm. Per una coppia serve più spazio, ma la regola generale è sempre “più grande è e meglio è”.
      3) Può convivere con la sua cagnolina ma non dovrebbe interagire con essa perché è sempre un rischio. Gli uccelli sono delicati e un cane, anche se piccolo, può facilmente causare ferite gravi o anche mortali, pur non avendone l’intenzione. Quando lei non è in casa la calopsite dovrebbe stare all’interno della sua gabbia o voliera, lasciarla fuori sarebbe molto rischioso, potrebbe farsi male con oggetti della casa, ingerire sostanze per lei tossiche o scappare via.
      Dalle poche informazioni che ho una calopsita sembra adatta a lei, ma in caso di dubbio può provare questo quiz che ha comunque solo la funzione di fornire un risultato indicativo e non vincolante.
      Spero di esserle stato di aiuto!